IL TEMPO DI CIAURRO

il_tempo_di_ciaurro catalogo di mostraTitolo: Il tempo di Ciaurro
Catalogo della mostra. Biblioteca Nazionale "Vittorio Emanuele III"- febbraio 2010
Catalogo a cura di Mauro Giancaspro.
Testi di Mauro Giancaspro e Walter Memmolo
Descrizione: Volume in formato 8° (cm 22 x 24); 60 pagine; 25 tavole a colori fuori testo ed 1 ritratto dell'artista in b/n
Luogo, Editore, data: Napoli, Biblioteca Nazionale "Vittorio Emanuele III", 2010
Collana: I Quaderni della Biblioteca Nazionale di Napoli. Serie IX. N. 11
Prezzo: Euro 15,00
Disponibilità: 1 esemplare

 


richiedi informazioni

L’azione del tempo che, progressivamente, la vita allontana dalla bellezza, il dolore e la desolazione dell’uomo che trovano sollievo nel sogno e nell’immaginazione, da questo nuovo indirizzo di ricerca nasce una nuova, inconfondibile cifra di Salvatore Ciaurro, che espone a Napoli dal 4 febbraio (2010) nella sala Leopardi della Biblioteca Nazionale.
Ciaurro non ha rinunciato alla sua vocazione di ritrattista e al piacere di una rappresentazione ” Le struggenti e languide figure, dai corpi attraenti ed atletici, - commenta Mauro Giancaspro , curatore della mostra , nella prefazione al catalogo - perderanno gradualmente la nettezza del contorno e del modellato per farsi più assottigliate, più evanescenti, più trasparenti, più pulviscolari. “

“Questa recente metamorfosi – aggiunge Giancaspro- ha certamente incrinato la serenità smaltata delle sue figure muliebri, dei suoi gruppi, delle sue “nature vive introducendo nelle sue tele l’inquietudine dell’inesorabile scorrere del tempo, ma anche la magia del sogno e della malinconia, quella stessa magia che la città di Sintra - ouverture e sipario della mostra - lascia presagire allo spettatore che accede alla esposizione e che resta impressa, a percorso finito, nella sua mente”

Ciaurro naviga nella fantasia , Sintra svanisce sotto i tratti di pittura sempre più rarefatti e luoghi inesistenti, città tratte dalle memorie letterarie distendono i loro scenari, intessendo nuove geometrie che scivolano sull’ incanto moresco degli azulejos .

Noto al grosso pubblico come il ritrattista dei «vip» (da Arbore a Sophia Loren fino a Gianni Letta) e per il dipinto di Donna Isabella, il quadro che si ammira nella fiction «Capri», Ciaurro ha esposto con successo in italia ed all’estero destando in particolare l’apprezzamento di critici come Carlo Munari, Domenico Rea, Bruno Lucrezi, di Vitaliano Corbi e Nino D'Antonio e di galleristi internazionali come Victor Forbeas, che ha ospitato una personale

 


richiedi informazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.