IL SISTEMA DELLE ARTI A NAPOLI DURANTE IL VENTENNIO FASCISTA. Stato e territorio - Federica De Rosa

IL SISTEMA DELLE ARTI A NAPOLI DURANTE IL VENTENNIO FASCISTA. Stato e territorio - Federica De RosaAutore: Federica De Rosa
Titolo: Il sistema delle arti a Napoli durante il ventennio fascista
Sottotitolo: Stato e territorio
Descrizione: Volume in formato 8° (cm 23,5 x 16); 348 pagine.
Luogo, Editore, data: Napoli, Istituto Italiano per gli Studi Filosofici Press, 2012
Collana: 
ISBN: 9788897820048
Prezzo: Euro 20,00
Disponibilità: In commercio

 


richiedi informazioni



L'azione dello Stato sul territorio, l'attività delle istituzioni napoletane, il funzionamento della macchina burocratica (ombra costante sul sistema delle arti) e l'articolata vicenda del Sindacato belle arti campano si fanno motivi e momenti per delineare una mappatura dei rapporti intercorsi tra artisti napoletani, istituzioni cittadine e regime fascista.
Infine le storie di resistenza dei 'sovversivi', artisti apertamente osteggiati dal regime per percorsi espressivi e per idee politiche. Si tratta di pittori, scultori e fotografi, nati o residenti in Campania, schedati nel Casellario Politico Centrale come anarchici, antifascisti, comunisti e socialisti, e per questo controllati, diffidati, ammoniti, messi in carcere, mandati al confino e in manicomio o costretti a emigrare.

 


richiedi informazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.