I COLORI DEL GUSTO. THE COLOURS OF TASTE

I_Colori_del_Gusto_pTitolo: I colori del Gusto. The colours of Taste.
Sottotitolo: Civilta' della Tavola nella Pittura napoletana. The culture of Food in Neapolitan Painting.
Catalogo di Mostra. Napoli, Museo Pignatelli, 17 ottobre 2008 - 16 novembre 2008.
Testo bilingue, italiano/inglese
Descrizione: Edizione in formato 4° (cm 28 x 24,5); 166 pagine; riccamente illustrato. Schede delle Opere in esposizione.
Luogo, Editore, data: Milano, Accademia Italiana della Cucina, ottobre 2008
Prezzo: Euro 40,00
ISBN13: 9788889116074
Disponibilita': in commercio

 

Dalle tavole pompeiane alle cucine dell'Ottocento
L'importante rassegna, con una preponderante presenza di dipinti della Scuola Napoletana del Seicento, è dedicata all'evoluzione del gusto e alla raffigurazione della cultura gastronomica napoletana ed è stata allestita in occasione della Giornata mondiale dell'alimentazione, indetta per il 16 ottobre dall'Organizzazione delle Nazioni Unite.

All'iniziativa ha aderito il Ministero per i Beni e le Attivita' culturali, che nel 2008 - «per sensibilizzare l'opinione pubblica sui temi di strettissima attualita' dell'alimentazione e della poverta' nel mondo» - ha deciso di contribuire con una serie di iniziative ad hoc nei luoghi d'arte statali.

Il percorso espositivo della mostra partenopea - organizzata dalla Soprintendenza in collaborazione con l'Accademia Italiana della Cucina - allinea accurate riproduzioni fotografiche di immagini pittoriche e numerosi dipinti (appartenenti a collezioni pubbliche e private), delineando una vera e propria storia della civilta' gastronomica locale che si sviluppa dal passato remoto fino alle epoche recenti.

Si parte dalle tavole imbandite raffigurate negli affreschi pompeiani per arrivare ai dipinti cinquecenteschi, come l'opera di Teodoro d'Errico (proveniente dalla chiesa di Sant'Eligio ai Vergini) che anticipa - nell'Ultima Cena - i brani di natura 'in posa' del Seicento.

E, avanzando, s'incontrano opere - come 'La benedizione di Giacobbe' di Ribera - che, sebbene trattino prevalentemente temi sacri, «recano anche accurati dettagli di vivande e altri oggetti di varia natura». E, proseguendo ancora, consegna all'ammirazione dei visitatori minuziose descrizioni delle gia' citate nature 'in posa' seicentesche cosi' come le raffigurazioni di banchetti e cucine del Sette e dell'Ottocento.

Tra le riproduzioni e i dipinti presentati si trovano composizioni allegoriche di grande impatto visivo, come le opere raffiguranti il Gusto di Ribera e di Luca Giordano, che preludono agli straordinari Interni di cucina («numerosi nella pittura napoletana del Seicento»), in cui ai 'pittori di figura' - quali Aniello Falcone, Francesco Fracanzano o Battistello Caracciolo - si affiancano, nelle botteghe napoletane, artisti specialisti in natura morta quali Giuseppe Recco o Giovanni Battista Ruoppolo.

 

Indice del volume:
Introduzioni / Introductions
8 - Arte della Cucina specchio di una Societa'
The Art of Gastronomy: A Mirror on Society
Giovanni Ballarini
13 - Arte e gastronomia, un atto d'amore verso Napoli
Art and Gastronomy: An Act of Love for Naples
Massimo Pisani
14 - Tradizione senza tirannia - intervista a Maria Orsini
Tradition without Tyranny - an interview with Maria Orsini
17 - Napoli in cucina: ogni ricetta una pennellata
Naples in the Kitchen: Each Recipe a Brushstroke
Leyla Sorrentino Mancusi
23 - Alice nel paese dei sapori
Alice in the Land of Taste
Santa Di Salvo
Saggio / Essay
27 - A tavola! Aspetti della "natura in posa" nella pittura napoletana dal Sei all'Ottocento
Let's Eat! "Portraits of Nature" in Neapoli'tan Painting during the 17th - 19th Centuries
Nicola Spinosa
39 - Catalogo / Catalogue
161 - Bibliografia / Bibliography

 


richiedi infoformazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.