LA NATURA MORTA NAPOLETANA DEL SEICENTO - Achille Della Ragione

la natura morta napoletana del seicento achille della ragioneAutore: Achille Della Ragione
Titolo: La Natura Morta Napoletana del Seicento
Sottotitolo:
Descrizione: Volume in formato 4° (cm 30 x 21); 90 pagine; 27 illustrazioni in b/n e 53 tavole a colori; peso: Kg 0,50
Luogo, Editore, data: Napoli, Napoli Arte, 2016
Collana: 
ISBN: 
Prezzo: Euro 39,00
Disponibilità: In commercio

 


richiedi informazioni

La natura morta del Seicento napoletano costituisce un capitolo fondamentale nella storia della pittura europea a cui collaborarono giganti del calibro dei Recco e dei Ruoppolo, due celebri dinastie, Luca Forte e Paolo Porpora, Abraham Brueghel e Andrea Belvedere, ai quali si affiancarono una miriade di minori, noti solo a pochi specialisti.

I generisti partenopei, mentre disdegnarono i memento mori, tanto diffusi nella coeva natura morta fiamminga, furono talmente abili nel rappresentare i fiori, da farne sentire il profumo, mentre frutta e dolci fanno venire il desiderio irrefrenabile di addentarli.

 


richiedi informazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn