LA NATURA MORTA NAPOLETANA DEL SEICENTO - Achille Della Ragione

la natura morta napoletana del seicento achille della ragioneAutore: Achille Della Ragione
Titolo: La Natura Morta Napoletana del Seicento
Sottotitolo:
Descrizione: Volume in formato 4° (cm 30 x 21); 90 pagine; 27 illustrazioni in b/n e 53 tavole a colori; peso: Kg 0,50
Luogo, Editore, data: Napoli, Napoli Arte, 2016
Collana: 
ISBN: 
Prezzo: Euro 39,00
Disponibilità: In commercio

La natura morta del Seicento napoletano costituisce un capitolo fondamentale nella storia della pittura europea a cui collaborarono giganti del calibro dei Recco e dei Ruoppolo, due celebri dinastie, Luca Forte e Paolo Porpora, Abraham Brueghel e Andrea Belvedere, ai quali si affiancarono una miriade di minori, noti solo a pochi specialisti.

I generisti partenopei, mentre disdegnarono i memento mori, tanto diffusi nella coeva natura morta fiamminga, furono talmente abili nel rappresentare i fiori, da farne sentire il profumo, mentre frutta e dolci fanno venire il desiderio irrefrenabile di addentarli.

 


richiedi informazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.