TANZIO DA VARALLO INCONTRA CARAVAGGIO. Pittura a Napoli nel primo Seicento - Maria Cristina Terzaghi

tanzio da varalloCuratore: Maria Cristina Terzaghi
Titolo: Tanzio da Varallo incontra Caravaggio
Sottotitolo: Pittura a Napoli nel primo Seicento
Testi di: Marco Bona Castellotti, Filippo Maria Ferro, Francesco Frangi, Giuseppe Porzio, Maria Cristina Terzaghi
Catalogo di mostra. Napoli, Gallerie d'Italia - Palazzo Zevallos Stigliano. 24 ottobre 2014 - 16 gennaio 2015
Descrizione: Volume in formato 8° (cm 28 x 24); 192 pagine; 90 illustrazioni a colori; peso: Kg 1,1
Luogo, Editore, data: Cinisello Balsamo (MI), Silvana
ISBN: 9788836629824
Disponibilità: In commercio

Il volume è dedicato a uno dei massimi artisti del Seicento italiano: Antonio d'Enrico (Alagna Valsesia, 1575 circa - Varallo, 1633), meglio noto come Tanzio da Varallo. Attraverso un'importante selezione di opere si intende indagare in particolare il breve ma assai proficuo periodo trascorso dall'artista a Napoli e nei territori del viceregno

, dove si era recato intorno al 1602 dopo che, giovanissimo, aveva lasciato il nativo Piemonte e successivamente Roma, dove aveva condotto il suo apprendistato. 
Proprio a Napoli venne a contatto con il genio di Caravaggio e ne rimase per sempre segnato.
Il volume, attraverso i saggi raccolti, mette in luce aspetti innovativi della figura di Tanzio, emersi in anni di ricerche: le opere dell'artista infatti - insieme a quelle dei pittori che con lui si mossero per  raggiungere le terre de1 sud - sono decisive per la comprensione del fenomeno caravaggesco nel viceregno, di cui fu senza dubbio uno degli attori principali fino al momento della partenza per il Nord, avvenuta attorno ai 1614 – 1615. 
Accanto ai capolavori di Tanzio seno presentate le opere di artisti presenti a Napoli e nel Viceregno, quali Giovan Battista Caracciolo detto Battistello, il Cavalier D'Arpino, Louis Finson, Carlo Sellitto, Filippo Vitale, e lo stesso Michelangelo Merisi. Il volume costituisce anche un omaggio a Giovanni Testori, che per primo dedicò nel 1959 una mostra a Tanzio e che contribuì in modo decisivo ad affermare la statura artistica del pittore di Alagna.

 


richiedi informazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.