ARTE E MITO NEL MEDITERRANEO - Valentina Lotoro

arte_e_mito_nel_mediterraneoAutore: Valentina Lotoro
Titolo: Arte e Mito nel Mediterraneo
Descrizione: Volume in formato 8° (cm 24 x 17); 264 pagine;  illustrazioni
Luogo, Editore, data: Roma, Aracne, maggio 2012
Collana: Riflessi. N. 10
ISBN: 9788854848061
Prezzo: Euro 19,00
Disponibilità: In commercio


Un "viaggio" nel mito, alla riscoperta delle sue potenzialità figurative, lungo il filo delle Metamorfosi di Ovidio. Attraverso l'analisi incrociata di fonti letterarie e di interpretazioni iconografiche, Valentina Lotoro individua alcuni percorsi tematici in cui il processo di trasformazione si articola in una varietà di momenti difensivi, consolatori o punitivi, finalizzati al conseguimento degli scopi amorosi delle divinità. Nell'indagare le modalità di ricezione delle favole ovidiane in relazione alla produzione figurativa del Seicento e del Settecento, l'autrice concentra la sua attenzione sugli sviluppi del filone profano entro il circuito mediterraneo, con uno sguardo agli schemi iconografici consolidati e ai tentativi di innovazione. In questo senso, il volume intende dare continuità allo studio coordinato da Mario Alberto Pavone nell'ambito della mostra Metamorfosi del mito. Pittura barocca a Napoli, Genova e Venezia (2003), aggiornandolo attraverso i recenti apporti provenienti dal collezionismo privato, per verificare una inaspettata propensione verso il tracciato mitologico da parte di artisti di cui le fonti tramandano un legame tematico pressoché esclusivo con la pittura sacra.

 


richiedi infoformazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.