LA MADONNA DEL ROSARIO DI FRANCESCO GUARINI. Una tela ritrovata - Maria Cristina Giannattasio

la_madonna_del_rosarioAutore: Maria Cristina Giannattasio
Titolo: La Madonna del Rosario di Francesco Guarini
Sottotitolo: Una tela ritrovata
Descrizione: Volume in formato 8° (cm 21 x 21); 46 pagine;  illustrazioni a colori
Luogo, Editore, data: Salerno, Edizioni Novum Millennium, 2011
ISBN: 9788890609503
Disponibilita': No

 

Il volume è incentrato sulla attribuzione di una tela inedita, raffigurante la Madonna del Rosario, all’artista seicentesco Francesco Guarini, collocata presso l’ex cappella della famiglia Maffei a Solofra. L’introduzione curata dal professor Mario Alberto Pavone, docente di Storia dell’arte moderna presso l’Università degli Studi di Salerno, traccia i punti fondamentali delle scoperte avvenute sul territorio campano negli ultimi anni e i punti forza dell’arte guariniana, ricordando l’anniversario del quarto centenario dalla sua nascita (1611-2011). Il dott. Antonio Braca, funzionario della Soprintendenza BSAE di Avellino e Salerno, è impegnato a ripercorrere il dibattito critico sull’artista dal De Dominici in poi sino ad una breve analisi critica dell’opera in questione. Il professor Francesco Abbate, uno dei massimi studiosi della storia dell’arte meridionale, già docente presso l’Università di Lecce, ricorda l’impegno del Centro Studi Previtali per gli studi storico-artistici in Italia Meridionale e dichiara l’importanza del ritrovamento del dipinto del Guarini mettendolo a confronto con altre tele note dell’artista.

Maria Cristina Giannattasio, dottoressa in Storia e Critica d’Arte, descrive il ritrovamento della tela e la sua attribuzione, operando un’attenta analisi storica, artistica ed iconografica collocando la realizzazione dell’opera da parte del Guarini in un determinato periodo cronologico. Maria Paola Bellifiori e Donato Inverso si occupano dell’aspetto tecnico riguardante la tela: restauratori di grande prestigio esaminano ogni dettaglio dell’operazione di ripristino della tela (attraverso una serie di foto), mostrando le problematiche e i risultati ottenuti, giungendo ad una peculiare novità dell’arte di Francesco Guarini nell’uso del blu lapislazzuli.

Indice del volume:
Introduzione di M. A. Pavone pag. 5
Francesco Guarini, e il territorio tra Solofra E Serino di A. Braca pag. 9
Il Centro Studi “G. Previtali”: Un osservatorio sul territorio di F. Abbate pag. 15
Una tela del Guarini ritrovata di M. C. Giannattasio pag. 18
Il restauro del dipinto di M. P. Bellifiori pag. 31
La diagnostica di D. Inverso pag. 40
Bibliografia pag. 45

 


richiedi informazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.