SPLENDORI DEL BAROCCO DEFILATO - Arte in Basilicata e i suoi confini da Luca Giordano al Settecento

splendori_del_barocco_defilatoCuratrice: Elisa Acanfora
Titolo: Splendori del barocco defilato
Sottotitolo: Arte in Basilicata e i suoi confini da Luca Giordano al Settecento
Catalogo della mostra: Matera, Palazzo Lanfranchi, 9 luglio-1°novembre 2009; Potenza, Palazzo Loffredo, 11 luglio-18 ottobre 2009
Descrizione: Volume in formato 4° (cm 29 x 24,5); 312 pagine; 111 illustrazioni a colori e 119 in b/n.
Luogo, Editore, data: Firenze, Mandragora, luglio 2009
Prezzo: Euro 45,00
Disponibilità: In commercio

 Ospitata nelle prestigiose sedi di Palazzo Lanfranchi a Matera (i dipinti, dal 9 luglio al 1° novembre 2009) e di Palazzo Loffredo a Potenza (le sculture, dall’11 luglio al 18 ottobre 2009) e preceduta da un’approfondita indagine condotta sul territorio della regione, l’esposizione – posta sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e patrocinata dall’Università degli Studi della Basilicata in collaborazione con la Regione Basilicata e il Ministero per i Beni e le Attività Culturali – presenta una ricognizione puntuale e inedita di una tematica ancora in larga parte misconosciuta: l’arte plastica e pittorica che trovò sviluppo in Basilicata nell’età del pieno barocco e del rococò.

Tra le opere in mostra figurano opere poco note o del tutto inedite di maestri locali, molte delle quali restaurate per l’occasione, alle quali si affiancano veri e propri capolavori di artisti come Luca Giordano, Paolo de Matteis, Francesco Solimena e Francesco De Mura, i più alti interpreti della scuola napoletana, che fortemente influenzarono la cultura figurativa lucana. Quanto alla produzione plastica, è stata privilegiata la scultura lignea, manufatto particolarmente rappresentativo nell’arte della regione.

Introdotto da un saggio della curatrice Elisa Acanfora che traccia le coordinate e il senso dell’intera ricerca, il catalogo presenta attraverso le schede delle 102 opere in mostra e di 107 opere sparse per il territorio, corredate da 155 biografie di pittori e scultori, la prima ricostruzione della pittura e della scultura in Basilicata dalla fine del Seicento a tutto il Settecento, proponendosi come fondamentale e pionieristico strumento di studio, oltre che come sorprendente rassegna di un’arte “defilata” ma non per questo meno splendida.


Indice del volume

Presentazioni
E. Acanfora, In ricordo di Antonio Mario Tamburro
G. Straziuso
S. Abita
M. Bozzo

E. Acanfora, Riscoperta del barocco in Basilicata e ai suoi confini

Catalogo. Tavole

Catalogo. Schede
I. Luca Giordano e i giordaneschi
II. Giacomo Del Po, Domenico Antonio Vaccaro e le soluzioni alternative
III. La natura morta e la pittura di genere
IV. Solimena, De Mura e il loro seguito
V. La diffusione dei modelli
VI. Il tardo Settecento
VII. I disegni da contratto
VIII. Le sculture

Opere scelte non esposte: pittura e scultura

Biografie degli artisti
I. Pittori
II. Scultori

Archivi e biblioteche
Bibliografia

 


richiedi informazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.