CARLO GESUALDO - Annibale Cogliano

Carlo_Gesualdo_Esi_pAutore: Annibale Cogliano
Titolo: Carlo Gesualdo.
Sottotitolo: Il Principe, l'amante, la strega.
Descrizione: Volume in formato 8° (cm 24 x 17); 220 pagine.
Luogo, Editore, data: Napoli, E.S.I., febbraio 2005
ISBN: 88-495-0876-X
Disponibilita': No

 

«Carlo Gesualdo era non solamente un Principe secolare, ma anche il pronipote di un Papa, il nipote dell'Arcivescovo di Napoli, e nel 1610 il nipote di un Santo. L'appassionata e meticolosamente documentata indagine sul mondo magico, sulla stregoneria e sull'Inquisizione durante questo periodo è estremamente importante, non solamente perché ci chiarisce aspetti di personalita' e circostanze della vita di Carlo, ma anche perché illumina vivamente l'intreccio politico e culturale fra la Chiesa e il potere laico in materia di eresia e mondo magico. Non sono molti gli studi che hanno fatto luce sulle dimensioni di una complessa ma affascinante storia piu' chiaramente e in modo pùi' intrigante di questo».




Annibale Cogliano, professore di storia e filosofia, è direttore del «Centro studi e documentazione Carlo Gesualdo» di Avellino. Ha promosso e diretto dal 1988 «Quaderni irpini» occupandosi di storia moderna e contemporanea del Mezzogiorno: la Chiesa post-tridentina e la costruzione dello Stato moderno, la crisi dellxancien régime e la rivoluzione napoletana del 1799, la lotta per la terra nel 1848, la formazione e i limiti dello stato unitario, il ceto politico liberale, la magistratura e le istituzioni locali post-unitarie, Giolitti e il Mezzogiorno, il fascismo e la transizione alla Costituente nel Mezzogiorno. Collabora all'Archivio Storico per le Province Napoletane e ad altre riviste meridionali. Ha in corso di pubblicazione La svolta illuminata del Santo Officio a fine '500.

 


richiedi informazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.