«LO SPOSO BURLATO» DA PICCINNI A DITTERSDORF. Un’opera buffa in Europa. - Emilia Pantini, Camillo Faverzani, Michela Marconi

«LO SPOSO BURLATO» DA PICCINNI A DITTERSDORF. Un’opera buffa in Europa. - Emilia Pantini, Camillo Faverzani, Michela MarconiAutore: Emilia Pantini, Camillo Faverzani, Michela Marconi
Titolo: «Lo sposo burlato» da Piccinni a Dittersdorf
Sottotitolo: Un’opera buffa in Europa
Prefazione di Alberto Beniscelli
Descrizione: Volume in formato 8° (cm 24 x 17); pagine 389 + XIII
Luogo, Editore, data: Lucca, LIM, 2018
Collana: Sediziose voci. Studi sul melodramma. N. 6
ISBN: 9788870969382
Prezzo: Euro 35,00
Disponibilità: In commercio

 


richiedi informazioni

Nelle enciclopedie della musica, il libretto dello Sposo burlato di Niccolò Piccinni (1769) è attribuito in modo unanime quanto erroneo a Giovanni Battista Casti. Attraverso un’indagine che dalla partitura si allarga alla storia della letteratura e della Chiesa, si propone qui l’attribuzione della paternità di questo testo a Giulio Cesare Cordara; e si spiegano altresì le ragioni sorprendenti che con ogni probabilità condussero un importante gesuita, già ben noto per il suo talento comico-satirico, a concepire un libretto anonimo e con molteplici livelli di lettura.
Il volume contiene inoltre la ricostruzione completa della circolazione di quest’opera non soltanto in Italia, ma pure in Francia, dove Piccinni ne musicò una versione in francese firmata da Pierre-Louis Ginguené, e in Austria, Ungheria, Germania.
Nei paesi germanofoni il libretto italiano fu musicato da Carl Ditters von Dittersdorf, che successivamente ne curò una traduzione tedesca che si adattasse alla musica da lui già composta. Per ciascuno dei tre libretti è qui presentata l’edizione critica integrale, preceduta da un ampio saggio firmato da uno specialista dell’area musicologica e linguistica di competenza.
Questa ricerca tripartita contiene, tra l’altro, nuovi ritrovamenti di fonti musicali e librettistiche, nonché l’individuazione di amplissime parodie testuali e musicali che nel caso italiano riguardano un’aria dalla Merope di Giovanni Battista Borghi, nel caso francese l’Armide di Quinault. Dell’aria di Borghi e della parodia di Piccinni viene pure offerta l’edizione critica integrale.
Indice:
Emilia Pantini - La lingua e il pugnale: Lo sposo burlato di Niccolò Piccinni; Edizione critica de Lo sposo burlato; Appendici; Apparato e criteri di edizione di «Dono d’amica sorte»; di Giovanni Battista Borghi; «Dono d’amica sorte» dalla Merope. Edizione critica di Emilia Pantini; «Io vesto a tutta moda» da Lo sposo burlato. Edizione critica di Gianmichele D’Errico

Camillo Faverzani - Lo sposo burlato in Francia: Pomponin, prima collaborazione tra Niccolò Piccinni e Pierre-Louis Ginguené; Edizione critica di Pomponin, ou le Tuteur mistifié

Michela Marconi - Le metamorfosi di un libretto: da Lo sposo burlato di Piccinni a Der gefoppte Bräutigam di Dittersdorf; Edizione critica di Der gefoppte Bräutigam; Appendice
fine

 


richiedi informazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.