FESTIVAL GESUALDO. Milano 2013, Atti del Convegno, Azione teatrale del Processo - Giovanni Iudica, Cesare Fertonani

festival gesualdoCuratori: Giovanni Iudica, Cesare Fertonani
Titolo: Festival Gesualdo
Sottotitolo: Milano 2013, Atti del Convegno, Azione teatrale del Processo
Descrizione: Volume in formato 8°; 324 pagine.
Luogo, Editore, data: La Vita Felice, 2015
Collana: Accademia di Musica Antica di Milano, 1
ISBN: 9788877996930
Prezzo: Euro 30,00
Disponibilità: In commercio

 


richiedi informazioni


Il 2013 è stato l'anno del quarto centenario dalla morte di Carlo Gesualdo, principe di Venosa e "principe dei musici". La ricorrenza è stata celebrata in diverse cittą italiane e straniere, compresa Milano. Carlo, infatti, era figlio del principe Fabrizio Gesualdo, ma, per parte di madre, di Geronima Borromeo, l'amata sorella del santo milanese Carlo Borromeo (sepolto nel Duomo di Milano) e cugina del cardinale Federigo, di manzoniana memoria.

Il programma del Festival organizzato in onore del madrigalista è stato contenuto nel breve arco temporale della seconda metà del mese di novembre 2013 e si è articolato lungo quattro direttrici: musicale, audiovisuale, teatrale e scientifica. La componente musicale ha contemplato tre concerti e un concorso a premi. Il presente volume raccoglie gli atti del Convegno milanese e costituisce un doveroso coronamento e una degna conclusione del Festival Gesualdo Milano 2013. Questo libro rappresenta anche il primo volume della neonata collana curata dall'Accademia di Musica Antica di Milano, un ente costituito sull'onda del successo di quel festival e, in certo qual modo, legittimo erede dello spirito che l'ha animato. L'Accademia, tra i suoi propositi istituzionali, contempla anche quello di venire incontro con ogni mezzo, e quindi anche con pubblicazioni scientifiche, a un pubblico che ha sete di musica di qualitą e che ha urgenza di riscoprire, conoscere e ripercorrere esperienze musicali le quali, pur essendo lontane dai consueti repertori, abbiano tuttavia recato grande lustro e anzi gloria alla cultura italiana in Europa e nel mondo.

Sommario
Giovanni Iudica, Presentazione
Cesare Fertonani, Introduzione
Attualità di Gesualdo e nuove prospettive di studio
Glenn Watkins, Gesualdo: ieri, oggi e domani
Rossano Pestarino, Tasso e Gesualdo
Dinko Fabris, Gesualdo liutista
Piero Mioli, Musica & nobiltà. Gesualdo principe di rango e principio di un discorso dove la storia sfuma nella sociologia della musica
Agostino Ziino, Le edizioni italiane dei madrigali di Carlo Gesualdo nel XX secolo
Filippo Annunziata, Carlo Gesualdo e Jean-Philippe Rameau: due musicisti, due anniversari (quasi sovrapposti)
Kathy Toma, «Poiché sibbene sono bruttissima...» Dal vero Diaro immaginario di Leonora d'Este, principessa di Venosa
Carlo Gesualdo e la sua recezione moderna
Federico Lazzaro, "Mirabile per stranezza". Discorsi storiografici intorno a Gesualdo dal Settecento a oggi
Davide Verga, Gesualdo e la letteratura: spunti per una critica musico-letteraria
Maurizio Corbella, Autopsia di un mito? Alcune ipotesi sulla postmodernità di Gesualdo nella popular culture contemporanea
Bianca De Mario, Sospiri e sguardi indiscreti. Gesualdo soggetto del teatro musicale contemporaneo
Alessandro Turba, La recezione novecentesca di Carlo Gesualdo tra i compositori italiani dalla "generazione dell'Ottanta" a Sciarrino
Marilena Laterza, I Moro, lasso di Luca Francesconi e Salvatore Sciarrino: due riscritture a confronto

Processo a Carlo Gesualdo da Venosa, Principe dei musici
Piccolo Teatro Studio Milano 30 novembre 2013
Azione scenica dai testi di Giovanni Iudica regia di Marco Rampoldi
Con Giulia Bongiorno, Franco Buzzi, Eva Cantarella, Giuseppe Gennari, Livia Pomodoro, Alfredo Robledo, Salvatore Scuto, Armando Torno
E inoltre Clio Cipolletta, Sergio Escobar, Ruggero Ferrante

 


richiedi informazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.