L'INSTRUMENTUM VITREUM DI POMPEI - Lucia Amalia Scatozza Horicht

l'instrumentum vitreum di pompeiAutore: Lucia Amalia Scatozza Horicht
Titolo: L'instrumentum vitreum di Pompei
Contributi di Robert Brill e Anna Maria Ciarallo
Descrizione: Volume in formato 4° (cm 29,7 x 21); 412 pagine;  illustrazioni a colori
Luogo, Editore, data: Roma, Aracne, 2012
EAN: 9788854851221
Prezzo: Euro 30,00
Disponibilità: In commercio


L'opera mette a disposizione degli studiosi l'insieme dei contesti di vasellame vitreo custodito presso l'area archeologica di Pompei. Infatti a partire dal 1886 i materiali scavati a Pompei cominciano ad essere conservati "in loco", mentre altri continuano ad essere inviati al Museo di Napoli e soltanto a partire dal 1895 vennero conservati totalmente nei locali dell'area archeologica pompeiana. Arricchiscono il lavoro, di carattere interdisciplinare, le ricerche sulla composizione chimico-fisica di vetri pompeiani condotte da Robert Brill (Corning Museum of Glass, N.Y) e le analisi del contenuto dei recipienti realizzate dalla paleobotanica Anna Maria Ciarallo (SAP).
I due preziosi contributi concorrono con i contesti archeologici a definire l'origine e l'uso del vasellame vitreo romano nella prima età imperiale.

Indice del volume:
Bibliografia, 7
Introduzione, 25

I. I contesti archeologici, Lucia A.Scatozza Höricht
1. I luoghi di rinvenimento, 29 — 2. I servizi, 31 —
3. L’uso e la funzione, 32 — Tavole B–G, 36

II. Morfologia e classificazione, Lucia A.Scatozza Höricht
1. Sistemi e tecniche di fabbricazione, 45 — 2. La morfologia dei recipienti, 50 — 3. Il vasellame vitreo e quello metallico, 58 — 4. Gli artigiani, 60 — Figure 1–66, 65

III. Catalogo, Lucia A.Scatozza Höricht
Catalogo, 81 — Tavole H–N, 265 — Tavole I– LXVIII, 276

IV. L’uso del Vetro a Pompei. Analisi del contenuto di alcuni unguentari pompeiani, Anna Maria Ciarallo
1. Introduzione, 343 — 2. Il vetro nell’agricoltura, negli allevamenti e nell’alimentazione, 344 — 3. Il problema dei contenitori in vetro e della loro destinazione d’uso, 348 — 4. Analisi del contenuto di alcuni unguentari Pompeiani, 350 — 5. Risultati e discussione, 354 — 6. Alcuni casi particolari, 357 — 7. Conclusioni, 358

V Chemical Analyses of Some Glasses from Pompeii, Robert Brill
1. Mean Compositions, 374 — Graphs of the data, 375 — Multivariate Statistical Analyses, 380 — Strontium Isotope Analysis, 384 — Discussion, 386, References, 393 — Sample Descriptions, 394

Indice delle figure, 403
Indice delle Tavole A–N, 405
Indice delle Tavole I–LXVII, 407

 


richiedi infoformazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.