POMPEI. LA VITA RITROVATA - Filippo Coarelli

PompeiLaVitaRitrovatappCuratore: Filippo Coarelli
Titolo: Pompei. La vita ritrovata.
Fotografie di Alfredo e Pio Foglia
Descrizione: Pregiata edizione, rilegata in tela, con sovraccoperta ed in cofanetto rigido, di grande formato (cm.31,6 x 27) con 500 illustrazioni a colori, molte a tutta pagina ed alcune su doppia pagina, stampata su carta patinata opaca da 150 g a cinque colori ; 408 pagine.
Luogo, Editore, data: Fagagna (UD), Magnus, 2003
Prezzo: Euro 160,00
Disponibilita': In commercio

Pompei, assieme alle piramidi egizie e all'acropoli di Atene, è uno dei siti archeologici piu' visitati del mondo. Questo interesse è presto spiegato se si pensa ai magnifici edifici pubblici e privati, ai famosissimi affreschi, alle pitture, ai mosaici policromi ed alle statue realizzate in vari materiali, ancora oggi conservati in situ. Ma Pompei offre al visitatore anche qualcosa di più, una sensazione unica che nasce dal camminare sulle stesse strade un tempo usate dai romani nella loro vita di ogni giorno o dal poter visitare le loro case e soffermarsi per un attimo sul limitare di una taverna o di una bottega: respirare, insomma, la quotidianita' di questa misteriosa ed affascinante citta'. Con questa pubblicazione, la Magnus Edizioni si propone proprio di collegare questi vari aspetti di Pompei dando al lettore un vasto panorama non solo dell'arte, dell'architettura e dell'archeologia pompeiana ma anche di quella che era la vita di ogni giorno.

Sommario:
Filippo Coarelli
Storia della citta', degli scavi, degli studi


La vita pubblica

Filippo Coarelli
Lo sviluppo urbano
Le mura e la guerra
L'amministrazione e il Foro
Filippo Coarelli
II Sacro
- Il Tempio di Apollo
- Il Tempio Dorico e il culto di Minerva ed Ercole
- Venus Fisica pompeiana
- Il Tempio di Esculapio
- Il Tempio di Iside
- Il santuario del Fondo lozzino
- Il Tempio di Bacco
- Il culto imperiale
Emidio De Albentiis
L'economia e la produzione
- Il macellum
- La mensa ponderaria
- L'edifi'cio di Eumachia
- Tabernae e thermopolia
- La fullonica di Stephanus
- L'officina di Marcus Vecilius Verecundus
- Il panificio di Numerius Popidius Priscus
- Un esempio di villa rustica: la Villa della Pisanella a Boscoreale
Emidio De Albentiis
La vita sociale: spettacolo, giochi atletici, terme
- Il Foro Triangolare
- La Palestra Sannitica
- I Teatri e la Caserma dei Gladiatori
- La Palestra Grande
- L'Anfiteatro
- Le Terme
Antonio Varone
- Il lupanare

La scena del privato


Maria Paola Guidobaldi, Fabrizio Pesando, Antonio Varone
La casa
L'eta' del primo stile (III secolo a.C.- 80 a.C.)
- La casa del Chirurgo
- La casa del Fauno
- La casa dei Diadumeni o di Epidio Rufo
L'eta' del secondo stile (80 a.C.- ca. 20 a.C.)
- La casa del Labirinto
- La casa delle Nozze d'Argento
- La casa del Criptoportico e del Sacello Iliaco
L'eta' del terzo stile (ca 20 a.C.- ca. meta' I secolo d.C.)
- La casa di Giulio Polibio
- La casa di Marco Lucrezio Frontone
L'eta' del quarto stile (ca. meta' I secolo d.C.- 79)
- La casa di Meleagro
- La casa di Apollo
- La casa del Poeta Tragico
- La casa dei Vettii
- Praedia di Giulia Felice
- La casa del Menandro
- L'insula dei Casti Amanti
- La Villa dei Misteri
- La Villa di Poppea a Oplontis


Il culto dei morti

Emidio De Albentiis
- La Necropoli di Porta Ercolano
- La Necropoli di Porta Nocera
- Altre strutture funerarie

Glossario
Bibliografia

 

Gli Autori:
Filippo Coarelli Professore all'Universita' di Perugia
Emidio De Albentiis Ricercatore all'Universita' di Perugia
Maria Paola Guidobaldi Soprintendenza Archeologica di Ercolano
Fabrizio Pesando Professore all'Istituto Universitario Orientale di Napoli
Antonio Varone Soprintendenza Archeologica di Pompei

 


richiedi infoformazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.