LA MORTE E LE ANIME VAGANTI NELLE CASE, NELLE STRADE, NEI PALAZZI DI NAPOLI - Assunta Ponticelli

LA MORTE E LE ANIME VAGANTI NELLE CASE, NELLE STRADE, NEI PALAZZI DI NAPOLI - Assunta PonticelliAutore: Assunta Ponticelli
Titolo: La morte e le anime vaganti nelle case, nelle strade, nei palazzi di Napoli
Descrizione: Volume in formato 8°; 170 pagine.
Luogo, Editore, data: Mantova, Universitas Studiorum, 2014
ISBN: 9788897683445
Prezzo: Euro 14,00
Disponibilità: In commercio

Quelle studiate e presentate in questo volume sono presenze che agiscono in un una dimensione, apparentemente, non umana. Una dimensione che, se calata nella realtà meridionale e napoletana in particolare, si mostra strettamente continua, se non addirittura confusa, con quella umana.

Una realtà sociale e culturale in cui i morti, la morte stessa e tutte le sue rappresentazioni, sono espressione compiuta di un atteggiamento, verso la vita stessa e la sua paradossale opposizione, in cui tutto acquista e mantiene il senso dell’esserci in uno spazio e un tempo che, per quanto storicamente definito, il nostro qui e ora, non appartiene a nessuno, ma è agito come bene o dannazione comune. La morte e la sua immagine non fanno paura a una società che si ritrova al cimitero delle “fontanelle” ad accudire, come fossero di propri parenti, i teschi di anonimi defunti: le anime “pezzentelle”. I luoghi del cordoglio sono anche i luoghi dell’incontro. E con la stessa disposizione si interloquisce con la presenza di anime vaganti nelle case e con gli spiriti folletti, dispettosi e capricciosi geni della casa, che ogni napoletano ha già conosciuto nelle narrazioni di parenti e amici.

 


richiedi informazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.