GLI ARAGONESI DI NAPOLI. Una grande dinastia del Sud nell’Italia delle Signorie - Giuseppe Caridi

GLI ARAGONESI DI NAPOLI. Una grande dinastia del Sud nell’Italia delle Signorie - Giuseppe CaridiAutore: Giuseppe Caridi
Curatore:
Titolo: Gli Aragonesi di Napoli
Sottotitolo: Una grande dinastia del Sud nell’Italia delle Signorie
Descrizione: Volume in formato 8° (cm 22,5x14,5); 298 pagine
Luogo, Editore, data: Soveria Mannelli (CZ), Rubbettino Editore, 2021
Collana: Storie
ISBN: 9788849864069
Prezzo: Euro 19,00
Disponibilità: In commercio

 


richiedi informazioni

Alfonso V Re d’Aragona, detto il Magnanimo, diede origine nel 1442 nel Regno di Napoli alla nuova dinastia aragonese, che sarebbe rimasta su quel trono sino alla fine del Quattrocento. Per un lungo periodo, con lo stesso fondatore e con il suo secondo esponente Ferdinando I, comunemente chiamato Ferrante - per i suoi natali illegittimi subentrato al padre solo in quel Regno e divenuto quindi un sovrano nazionale - gli Aragonesi ricoprirono una posizione preminente nell’ambito dei Potentati italiani.

Con la scomparsa di Ferrante nel 1494 si entrò in una fase di declino, caratterizzata sul fronte interno dall’avvicendamento di tre sovrani in un biennio, e a livello internazionale dall’intenzione di Francia e Spagna di conquistare il Mezzogiorno d’Italia.
Dopo il breve regno del fratello maggiore Alfonso II e del nipote Ferrandino, fu Federico, secondogenito di Ferrante, impotente a resistere all’attacco francese e spagnolo, a concludere nel 1501, con l’esilio in Francia, la dinastia.

 


richiedi informazioni

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.