LE PERGAMENE ARAGONESI DELLA MATER ECCLESIA CAPUANA (1435-1438) I - Giancarlo Bova

LE PERGAMENE ARAGONESI DELLA MATER ECCLESIA CAPUANA (1435-1438) I - Giancarlo BovaAutore: Giancarlo Bova
Titolo: Le Pergamene Aragonesi Della Mater Ecclesia Capuana
Sottotitolo: (1435-1438) I
Descrizione: Volume in formato 8° (cm 24 x 17); pagine 520 + VII fuori testo.
Luogo, Editore, data: Napoli, ESI, giugno 2014
Collana: Corpus Membranarum Capuanarum. N. 14
ISBN: 9788849528299
Prezzo: Euro 50,00
Disponibilità: In commercio

L’Autore con la presente opera restituisce alla cultura mondiale alcuni momenti della storia di Capua nell’età dell’Umanesimo, evidenziando come la Città per motivi storici, artistici, politici ed ambientali, può considerarsi dall’Antichità al Rinascimento tra i principali centri culturali d’Europa.

Vengono studiati i primi anni di regno di Alfonso il Magnanimo nel suo rapporto con la civitas, alla quale il sovrano elargì non pochi privilegi, tra cui la conferma delle fiere. La costruzione di alcuni fondaci e la presenza di mercanti stranieri rende molto viva la vita nella Città in età aragonese.
Particolare attenzione pone Bova alla situazione della Chiesa locale, alla vita non facile dell’arcivescovo e dei suoi sacerdoti, tra cui è ricordata la figura del decano Landolfo Valla.
Non viene trascurata l’analisi dell’edilizia sacra, pubblica, privata e militare sia nel centro che nel contado, specialmente ad Arnone, dove sorgeva il palazzo di caccia del re Alfonso. Pagine avvincenti sono dedicate ai riti e alle feste religiose, alla Leggenda del principe lebbroso, alla Perdonanza di S. Maria del 1° agosto (a S. Maria Maggiore), alla sindone di Angelo de Rossis e alla cappella di S. Onofrio a Napoli.

Concludono il libro due Appendici, la prima sulla presenza a Capua dei Cavalcanti e la seconda sull’intervento al Concilio di Lione (1474) del presule di Capua Filomarino e del vescovo di Caserta Filippo. L’edizione dei testi è molto accurata, condotta secondo le norme ecdotiche più moderne, fornita di tutte le indicazioni strutturali, formali, giuridiche e cronologiche.

Indice:
INTRODUZIONE
CAPUA AI TEMPI DI ALFONSO I D'ARAGONA

Rapporti tra Alfonso il Magnanimo e Capua (1435-1438)
Le fiere
Botteghe, fondaci e mercanti a Capua tra XIV e XV secolo
Tedeschi e svizzeri a Capua in età aragonese
La Chiesa di Capua in difficoltà ai primi del XV secolo
Eugenio IV avanza pretese sul regno
La sede arcivescovile capuana vacante. L'arcivescovo Nicola d'Acciapaccio
La situazione della Chiesa di Capua peggiora dal 1435 in poi
Il ricordo di alcuni sovrani angioini nelle pergamene di Capua
Le aste pubbliche
Le transazioni economiche
L'edilizia privata, militare e sacra a Capua
L'edilizia privata e sacra nel territorio
La «terra Canciae», la «terra delle chyanche», la «terra delle botteghe»
Il palazzo di Alfonso I ad Arnone
Il palazzo dell'arcivescovo
Il palazzo della congregazione del Capitolo
La chiesa cattedrale
Le cappelle di S. Stefano e di S. Francesco nella cattedrale. L'arcivescovo Giordano Gaetano d'Aragona e il canonico Landolfo Valla
L'acquisto dell'organo
Le messe cantate
Le quarantuno «missae purgatorii»
Un'interessante formula pietatis
Le chiese di S. Maria Rotunda nella Capua Vetere e a Napoli. La sindone di Angelo de Rossis
La perdonanza di S. Maria del primo agosto
La devozione mariana a Teano
Due miracoli trasmessi dalla tradizione
Alcune prerogative dell'arcivescovo di Capua
Le feste in onore di S. Stefano e alcuni servizi personali
Alcuni servizi personali da prestare all'arcivescovo di Capua
Alcuni riti della Settimana Santa e di Pentecoste
Un servizio personale di un censuario del monastero di S. Vincenzo
Servizi personali dovuti al monastero di S. Giovanni delle Monache. Alcune specialità culinarie delle monache
Una condanna a morte per stupro, poi commutata
Reminiscenze del periodo etrusco e sannitico: il lucumone e il meddix
A proposito di alcuni toponimi citati nella donazione di Costantino alla Chiesa di Capua

PARTE PRIMA
LE PERGAMENE DEL CAPITOLO DI CAPUA (a. 1435-1438)

Carta de capcione possessonis (1435)
Carta vendicionis (1435)
Carta concordie inter canonicos et gubernatorrem Capue (1435)
Carta declarationis vendicionis (1435)
Carta declarationis vendicionis (1435)
Carta declarationis vendicionis (1435)
Carta concessionis (1435)
Carta declarationis vendicionis (1436)
Carta declarationis vendicionis (1436)
Carta declarationis vendicionis (1436)
Carta declarationis vendicionis (1436)
Carta declarationis de assensu vendicionis (1436)
Carta declarationis de assensu vendicionis (1436)
Carta declarationis vendicionis (1436)
Carta declarationis vendicionis (1436)
Carta testamenti (1436)
Carta declarationis donacionis (1436)
Carta declarationis vendicionis (1436)
Carta declarationis vendicionis (1437)
Carta declarationis vendicionis (1437)
Carta declarationis locacionis (1437)
Carta concordie (1437)
Carta declarationis vendicionis (1437)
Carta declarationis vendicionis (1437)
Carta alienacionis et vendicionis (1437)
Carta declarationis concessionis (1437)
Carta declarationis vendicionis (1438)
Carta declarationis vendicionis (1438)
Carta declarationis vendicionis (1438)
Carta declarationis vendicionis (1438)
Carta locacionis (1438)
Carta locacionis (1438)

PARTE SECONDA
LE PERGAMENE DELLLA CURIA DI CAPUA (a. 1435-1438)

Carta locacionis (1435)
Carta declarationis vendicionis (1435)
Carta vendicionis (1435)
Carta declarationis vendicionis (1435)
Carta vendicionis (1435)
Carta declarationis vendicionis (1435)
Carta declarationis vendicionis (1436)
Carta declarationis vendicionis (1436)
Carta declarationis locacionis (1436)
Carta declarationis concetsionu (1436)
Carta declarationis vendicionis (1436)
Carta declarationis locacionis (1436)
Carta declarationis locacionis (1436)
Carta donacionis (1436)
Carta declarationis vendicionis (1437)
Carta declarationis vendicionis (1437)
Carta declarationis vendicionis (1437)
Carta declarationis vendicionis (1437)
Carta declarationis vendicionis (1437)
Carta declarationis vendicionis (1437)
Instrumentum de prolatione sententie (1437)
Carta concessionis (1437)
Carta declarationis vendicionis (1438)
Carta declarationis vendicionis (1438)
Carta declarationis vendicionis (1438)
Carta declarationis locacionis (1438)
Carta declarationis vendicionis (1438)
Carta declarationis vendicionis (1438)

PARTE TERZA REGESTI E TRANSUNTI
di GABRIELE IANNELLI

APPENDICE

Carta declarationis concessionis (1299)
Carta testamenti (1300)
Carta declarationis vendicionis (1361)
Carta declarationis de restitutione bonorum (1373)
Carta locacionis (1374)
Carta declarationis vendicionis (1381)
Scriptum permutacionis (1387)
Carta vendicionis (1391)
Carta vendicionis (1392)
Carta vendicionis (1393)
Carta vendicionis (1394)
Carta declarationis testamenti (1398)
Carta declarationis testamenti (1411)
Carta testamenti (1416)
Carta recognitionis posseuioms (1422)
Carta concessionis (1435)
Carta declarationis vendicionis (1442)
Carta constitutionis dotis pro cappella cathedrali ecclesia (1447)
Carta declarationis concssionis (1466)
Carta declarationis concessionis (1466)
Carta assignationis terre in dotem pro cappella (1476)
Carta vendicionis (1491)
G. Bova, A proposito del vescovo di Caserta Filippo e dell'arcivescovo di Capua Marino Filomarino presenti al Concilio di Lione del 1274. Il caso di S. Tommaso d'Aquino
G. Bova - C. Alpopi, Interessi politici ed economici di un ramo della famiglia Cavalcanti di Firenze, residente a Capua tra XIV e XV sec.

 


richiedi infoformazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.