FERRANDO D'ARAGONA - DUCA DI CALABRIA E VICERÈ DI VALENZA - Guido D'Agostino

ferrando d'aragona guido d'agostinoAutore: Guido D'Agostino
Titolo: Ferrando d'Aragona - Duca di Calabria e Vicerè di Valenza
Sottotitolo: (ultimo mancato re aragonese di Napoli). Il racconto di una vita (1488 - 1550)
Descrizione: Volume in formato 8° (cm 24 x 17); 216 pagine.
Luogo, Editore, data: Napoli, Edizioni Scientifiche Italiane, 2015
ISBN: 9788849530353
Prezzo: Euro 18,00
Disponibilità: In commercio

La vita di Ferrando d’Aragona (1488-1550), ricostruita con rigore storico ma anche con vivacità di scrittura e con discreta dose di ‘empatia’. Le vicende del Duca di Calabria, figlio dell’ultimo effettivo re aragonese di Napoli, Federico, ed egli stesso, in quanto erede e successore, in pratica sovrano mancato, e come ‘virtuale’, del Regno meridionale conteso tra Francia e Spagna, vengono rievocate e seguite nel loro contrastato svolgersi.
Dall’infanzia felice all’adolescenza ‘guerriera’, dalla traduzione forzata in Spagna alla quasi prigionia, seppure ‘dorata’, presso la corte dei Re Cattolici; dall’incauto coinvolgimento nella congiura antispagnola al lungo, duro carcere nel castello di Xativa, fino alla sospirata liberazione (1523), alle nozze con Germana de Foix e al più che ventennale viceregno di Valencia nel contesto ormai imperiale della Spagna di Carlo V.

Tappe di una esistenza segnata da tanti, e imprevisti, ‘ricominciamenti’, come fossero tante vite diverse di volta in volta vissute con tenace volontà di non cedere né soccombere, e anzi facendo dei ‘casi’ altrettante occasioni. In questo, emblematico uomo del Rinascimento e sempre consapevole della propria stirpe regale, paladino della causa e della casa di Aragona.

L'AUTORE
Guido D’Agostino (Napoli, 1942), già Ordinario di Storia moderna, Storia e istituzioni del Mezzogiorno medioevale e moderno e Storia delle Istituzioni Parlamentari nella Università Federico II di Napoli e in quella di Camerino (Marche); ha svolto lezioni e seminari in varie istituzioni culturali e università spagnole. Attualmente è vicepresidente della Commission Internationale pour l’Histoire des Assemblèes d’Etats e componente del Comitato Scientifico che guida e coordina i congressi internazionali di Storia della Corona d’Aragona, nonché del gruppo di studiosi che cura l’esecuzione del progetto-programma della Regione Sardegna per la pubblicazione degli Atti degli antichi Parlamenti sardi. Presiede inoltre l’Istituto Campano per la Storia della Resistenza e fa parte del Consiglio di Amministrazione dell’Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia (con sede a Milano). Dirige, per le Edizioni Scientifiche Italiane, la rivista quadrimestrale «Meridione. Sud e Nord nel Mondo» e collabora con vari giornali e riviste. Per le stesse Edizioni, ha pubblicatoRe, Vicerè, Rivolte. Profili e vicende di storia napoletana (1993) e Per una storia delle istituzioni parlamentari(1994); con gli editori Liguori (Napoli), più volumi tra cui Per una storia di Napoli capitale; Società, elezioni e governo locale in Campania; Poteri, Istituzioni, Società nel Mezzogiorno (medioevale, moderno, contemporaneo) tra il 1996 e il 2003; Napoli, Mezzogiorno, Europa (2008). Assessore al Comune di Napoli (scuola e cultura) dal 1993 al 2000 e componente del comitato dei ‘saggi’ di supporto alla Presidenza della Giunta Regionale campana, tra il 2002 e il 2005; è stato impegnato nell’ambito del costituendo Museo di Storia della Città di Napoli, promosso dal MIBAC e dalla corrispondente Direzione Generale Regionale.

 


richiedi informazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.