LE CARTE ARAGONESI - Marco Santoro

le carte aragonesi marco santoroCuratore: Marco Santoro
Titolo: Le Carte Aragonesi
Atti del convegno, Ravello, 3-4 ottobre 2002
Descrizione: Volume in formato 8° (cm 24 x 17); pagine XIV-330
Luogo, Editore, data: Pisa - Roma, Istituti Editoriali e Poligrafici Internazionali, 2004
Collana: Istituto nazionale di studi sul rinascimento meridionale Diretta da Michele Cataudella, Atti
ISBN: 978-88-8147-318-2 9788881473182
Prezzo: Euro 64,00
Disponibilità: In commercio

 

Il volume raccoglie gli Atti di due giornate di studio dedicate, da un lato, a rintracciare nelle fonti (documentazione archivistica, biblioteca di Alfonso, carte di Ferrante ecc.) l'origine ed i motivi dell'identità dell'umanesimo napoletano e, dall'altro, ad investigare ruolo e funzione rivestiti dagli Aragonesi per la promozione e la circolazione del documento scritto, al quale i sovrani attribuirono peculiare importanza anche sotto il profilo socio-politico.

 

Indice:
M. SANTORO, Presentazione
M. SANTORO, Cronaca delle giornate di studio (Ravello 3-4 ottobre 2002)
E. CORTESE, Lo studio di Napoli e la scienza giuridica dei tempi aragonesi
M. CATAUDELLA, Le presenze di letteratura in volgare nella Biblioteca degli Aragonesi
P. CHERCHI, I volgarizzamenti della Biblioteca aragonese
M. DE LAS NIEVES MUÑIZ MUÑIZ, Le traduzioni spagnole della letteratura italiana all'epoca della corona d'Aragona: saggio di un catalogo sistematico
A. GARGANO, Poeti iberici alla corte aragonese di Napoli (Carvajal, Romeu Llull, Cariteo)
I. NUOVO, Potere aragonese e ideologia nobiliare nel De Obedientia di Giovanni Pontano
R. RINALDI, Un problematico autografo del De fortitudine di Giovanni Pontano
G. TOSCANO, Opere fiamminghe nelle collezioni di Alfonso il Magnanimo
M. SANTORO, Stampa e cultura: il contributo aragonese
E. AMBRA, Alfonso e la scrittura. Frammenti della Biblioteca aragonese alla Nazionale di Napoli
C. REALE, L'incunabulistica napoletana e il Panormita: le Epistolae familiares
P . ZITO, Un testo tanto caro al Sacratissimo Rè. Il liber de homine e il sodalizio Del Tuppo-Geraldini
L. MONTI SABIA, Una poco nota lettera di Laudivio Zacchia a Giovanni Pontano (Cod. Urb. Lat. 1401, c. 2v)
G. GERMANO, Due sconosciuti endecasillabi del Cantalicio in un quinterno autografo della Biblioteca Nazionale di Napoli (MS. V E 62)
A. IACONO, Il manoscritto Burney 343 della British Library di Londra nella tradizione manoscritta del Parthenopeus di G. Pontano
M. RINALDI, Due miscellanee astrologiche mediolatine annotate da Giovanni Pontano. Indice dei nomi (a cura di S. Segatori).

 


richiedi infoformazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.