LI VILLANI LO CHIAMANO MALE CONSIGLIO - Gabriele Scarcia

li villani lo chiamano male consiglio gabriele scarciaAutore: Gabriele Scarcia
Titolo: Li villani lo chiamano male consiglio
Sottotitolo: Rilettura del mondo feudale attraverso la Congiura dei Baroni del Regno di Napoli, l'architettura castellana, il potere dei Sanseverino e il rapporto fiduciario con la famiglia De Novellis, i titoli onorifici di Ettore Fieramosca e la politica dei Revertera di Spagna
Prefazione di Pasquale Cordasco
Descrizione: Volume rilegato, in formato 8° (cm 24,5 x 17); 288 pagine; 280 fotografie in bianco e nero e 16  colori; peso: g 1030 
Luogo, Editore, data: Roma, Palombi, novembre, 2013
ISBN: 9788860605719
Prezzo: Euro 35,00
Disponibilità: In commercio 

 


richiedi informazioni

Perchè un barone del Regno di Napoli tradì i suoi pari che congiuravano all'unisono contro il re Ferrante d'Aragona? Come mai i francescani comissionarono un affresco simbolico per descrivere le sciagure della famiglia Sanseverino? Per quale motivo un intero centro abitato nel 1488 era appellato dai villani "male consiglio"?

Quali i meriti che permisero ad Ettore Fieramosca di fregiarsi del titolo comitale? A questi ed altri interrogativi risponde questo libro, nel quale arte pittorica, archeologia, storia, architettura, araldica, diplomatica, castellologia, fotografia si assumono il compito d'indagare sulle testimonianze e su alcuni eventi epocali che interessano il Meridione d'Italia e in particolare la Basilicata in un lunghissimo arco di tempo che va dalle presenze indigene a quelle magno-greche, dalle razzie saracene all'invasione dei Normanni, dalla strapotere baronale a una congiura finita nel sangue, dall'ascesa della più potente famiglia meridionale sino all'esplicazione dei suoi rapporti di vassallaggio.

 


richiedi informazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn