LI VILLANI LO CHIAMANO MALE CONSIGLIO - Gabriele Scarcia

li villani lo chiamano male consiglio gabriele scarciaAutore: Gabriele Scarcia
Titolo: Li villani lo chiamano male consiglio
Sottotitolo: Rilettura del mondo feudale attraverso la Congiura dei Baroni del Regno di Napoli, l'architettura castellana, il potere dei Sanseverino e il rapporto fiduciario con la famiglia De Novellis, i titoli onorifici di Ettore Fieramosca e la politica dei Revertera di Spagna
Prefazione di Pasquale Cordasco
Descrizione: Volume rilegato, in formato 8° (cm 24,5 x 17); 288 pagine; 280 fotografie in bianco e nero e 16  colori; peso: g 1030 
Luogo, Editore, data: Roma, Palombi, novembre, 2013
ISBN: 9788860605719
Prezzo: Euro 35,00
Disponibilità: In commercio 

Perchè un barone del Regno di Napoli tradì i suoi pari che congiuravano all'unisono contro il re Ferrante d'Aragona? Come mai i francescani comissionarono un affresco simbolico per descrivere le sciagure della famiglia Sanseverino? Per quale motivo un intero centro abitato nel 1488 era appellato dai villani "male consiglio"?

Quali i meriti che permisero ad Ettore Fieramosca di fregiarsi del titolo comitale? A questi ed altri interrogativi risponde questo libro, nel quale arte pittorica, archeologia, storia, architettura, araldica, diplomatica, castellologia, fotografia si assumono il compito d'indagare sulle testimonianze e su alcuni eventi epocali che interessano il Meridione d'Italia e in particolare la Basilicata in un lunghissimo arco di tempo che va dalle presenze indigene a quelle magno-greche, dalle razzie saracene all'invasione dei Normanni, dalla strapotere baronale a una congiura finita nel sangue, dall'ascesa della più potente famiglia meridionale sino all'esplicazione dei suoi rapporti di vassallaggio.

 


richiedi informazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.