DOCENTI DI FILOSOFIA E MEDICINA NELLA UNIVERSITÀ DI NAPOLI DAL SECOLO XV AL XVI

docenti_di_filosofia_e_medicina_nella_universitaAutore: Carlo De Frede
Titolo: Docenti di Filosofia e Medicina nella Università di Napoli dal secolo XV al XVI
Descrizione: Volume in 4° (cm 30,5 x 21); 129 pagine; 16 tavole in b/n nel testo
Luogo, Editore, data: Napoli, A. De Frede, 2001
Prezzo: Euro 15,00
Disponibilità: 2 esemplari


Dalla Premessa:

Si pubblicano qui di seguito, in ordine cronologico, i profili dei lettori dello Studio di Napoli dal 1430 al 1600, professanti «arti e medicina». Nella dizione del tempo le arti erano le scienze fìlosofiche, che allora includevano anche le scienze della natura, fino all'astrologia. Vi si affiancava la teologia, insegnata nei conventi e specialmente, a Napoli, nello Studio di San Domenico Maggiore; e noi abbiamo inserito nella rassegna quei teologi che insegnarono anche nello Studio regio. I due Studi avevano in comune i locali, nello stesso convento; e la biblioteca dei Domenicani, che era pubblica, serviva probabilmente anche agli studenti laici.
Le notizie trovate per ricostruire delle sia pure scheletriche biografie hanno un fondamento di certezza storica; ma la casualità delle ricerche e delle scoperte rende molto vari e diseguali i risultati. Vero è che alcuni personaggi sono famosi: si pensi ad un Angelo Catone, un Agostino Nifo, un Simone Porzio, un Giovan Filippo Ingrassia, il quale ultimo ebbe fama europea, ecc.; altri, se non sono proprio famosi, sono ben noti agli studiosi; per altri più oscuri - limitatamente al punto di arrivo della pubblicazione del Dizionario biografico degli Italiani (voll. 53, fino alla lettera G) - c'è uno strumento di conoscenza che è almeno base di partenza per future ricerche...

 


richiedi infoformazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.