PIAZZA PLEBISCITO E CITTÀ. Due secoli di Storie - Aldo Capasso

piazza_plebiscito_e_citta_aldo_capassoCuratore: Aldo Capasso
Titolo: Piazza Plebiscito e città
Sottotitolo: Due secoli di Storie
Scritti di Giandomenico Amendola, Franco Mancuso, Augusto Vitale, Alfredo Buccaro, Luciano Scateni, Aldo Capasso contributi e citazioni di studiosi, amministratori, giornalisti e artisti 
Descrizione: Volume in formato 8° (cm 23 x 21); 240 pagine;  oltre 350 illustrazioni in b/n e a colori
Luogo, Editore, data: Napoli, Clean, 2018
Collana: Napoli e la Campania
ISBN: 9788884976239
Prezzo: Euro 30,00
Disponibilità: In commercio

Un grande affresco su una delle più significative piazze italiane: la Piazza del Plebiscito.
Un libro che ricostruisce la storia, gli avvenimenti, le manifestazioni, gli studi, le proposte sulla “Gran Piazza” che si sono avvicendate dalla sua nascita nel 1809, per volontà di Gioacchino Murat: vuoto metafisico, stile austero, minimalismo, classicità, eleganza, aristocrazia, genialità, si aggiungono ad altre definizioni molto critiche: vuoto imbarazzante, nulla insopportabile, horror vacui.


Tutte portano comunque, a pensare più a un fondale teatrale, in attesa del sipario che si apra sullo spettacolo, che a un luogo di vita urbana vissuta.
Da queste e altre riflessioni sulla Piazza, non si può che condividere il giudizio “di evidente estraneità di Piazza del Plebiscito, con tutta la sua neoclassica, imponente configurazione, la sua fredda bellezza, nel corpo “poroso” della città" (Lista).

La pubblicazione auspica una sistemazione definitiva della Piazza, che riesca a ottimizzare le diverse proposte. L’ultima, più approfondita, completa l’ampio excursus di idee volte a superare la “anaccoglienza” e la discontinuità urbana, con una nuova pagina alle molteplici già narrate. Tutti i suggerimenti sono la base da cui partire per dialogare, coinvolgere, provocare i cittadini, le forze culturali e politiche, in un dibattito costruttivo, non solo teorico e ideologico.
Ci si augura che gli enti di tutela e dell’amministrazione pubblica formulino chiare linee guida di un concorso pubblico per la “rigenerazione funzionale ” della Piazza. I luoghi simbolo delle città sono sempre stati il risultato di una stratificazione, con interventi realizzati in periodi storici successivi.
Ogni “strato” è stato un atto di coraggio innovatore, positivo o no, per rispondere alle istanze del tempo, finora disattese.

Aldo Capasso, architetto, professore ordinario dal 1994 presso l’Università di Napoli Federico II è autore e coordinatore di ricerche per il MIUR, CNR e Camera di Commercio sul tema della leggerezza in architettura.
Con questa problematica ha studiato e progettato l’uso delle tensostrutture a membrana nel costruito, la riqualificazione del patrimonio urbano e, in particolare, le aree pedonali e commerciali. Ha partecipato e organizzato numerose mostre e convegni nazionali e internazionali, sia diffondendo i temi di ricerca, che le relative pubblicazioni, tra le quali le più esemplificative sono: Camminare Vedere (1989/97), Commercio e Città (1993), e Tensostrutture a membrana per l’architettura (1993-2012). Ha partecipato inoltre alla XV e XVII Triennali di Architettura di Milano

 


richiedi infoformazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn