L'ALBERGO DEI POVERI A NAPOLI - Paolo Giordano

l albergo dei poveri a napoli polo giordanoAutore: Paolo Giordano
Titolo: L'Albergo dei poveri a Napoli
Prefazione di Carmine Gambardella.
Fotografie di Mimmo Jodice
Descrizione: Volume in formato 4° (cm 29 x 28); 408 pagine; illustrazioni a colori ed in b/n; peso Kg 2,70
Luogo, Editore, data: Napoli, La Scuola di Pitagora, 2014
Collana: Fabbrica della conoscenza. N. 28
ISBN: 9788865423585
Prezzo: Euro 120,00
Disponibilità: In commercio

Il volume si propone di illustrare un approfondito lavoro di ricerca, elaborato dall'autore nel corso di un quarto di secolo, riguardante uno degli edifici maggiormente emblematici della produzione architettonica europea settecentesca: l'Albergo dei Poveri di Napoli progettato, tra il 1749 ed il 1759, dall'architetto fiorentino Ferdinando Fuga. Ideato per ospitare i circa ottomila indigenti che, attorno alla metà del diciottesimo secolo

, vagabondavano per le vie del Regno, l'edificio settecentesco si sarebbe dovuto realizzare come una lunghissima costruzione, a pianta rettangolare, composta da cinque corti in linea di cui, quella centrale, avrebbe dovuto ospitare una chiesa con quattro navate a forma di X capace di ospitare separatamente uomini, donne, bambine e bambini. Tale progetto, non essendo stato realizzato compiutamente, ha lasciato in eredità, nell'area orientale di Napoli, un'enorme architettura interrotta definita solo da tre corti compresa quella centrale che conserva le strutture basamentali incompiute della ex-chiesa. Una architettura dalla forma incompleta che, sia a causa di un prolungato abbandono e sia in conseguenza dei danni riportati a seguito del terremoto del millenovecentottanta, si presenta come un'inquietante rudere semi abbandonato a cui sembra precluso qualsiasi programma di riconfigurazione estetica, formale e funzionale.

 

 


richiedi infoformazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.