LA NAPOLI ALTA. Vomero Antignano Arenella da villaggi a quartieri - Francesca Castanò, Ornella Cirillo

la napoli alta. vomero antignano arenellaAutori: Francesca Castanò, Ornella Cirillo
Titolo: La Napoli alta
Sottotitolo: Vomero Antignano Arenella da villaggi a quartieri
Descrizione: Volume in formato 8° (cm 25 x 21); 296 pagine; riccamente illustrato
Luogo, Editore, data: Napoli, E.S.I., ottobre 2012
Collana: Territorio, città, fortificazioni
ISBN: 9788849522440
Prezzo: Euro 35,00
Disponibilità: In commercio

Il volume, partendo dall’analisi dell’articolata fisionomia dei villaggi collinari rimasti fino al Settecento un ambito suburbano rurale e “villeresco” scarsamente edificato, ne indaga l’evoluzione urbana dalla loro genesi in età moderna al crepuscolo anteguerra, attraverso un ricco apparato iconografico e documentario. Sullo sfondo delle tappe significative della storia della città, si delineano l’assetto e i caratteri morfologici distintivi dei quartieri a nord di Napoli, elevati a nuovi centri culturali e residenziali, dove, intorno alle rade ma qualificate emergenze architettoniche originarie, si orientano le scelte della pianificazione, nel passaggio dalla regolarità dei modelli ottocenteschi alla discontinuità delle trame della prima metà del Novecento. Nella scansione tematica del libro ampio spazio è riservato all’analisi delle comunicazioni nell’ambito della rete cinematica cittadina, come pure alla lettura del repertorio edilizio sacro e civile, che accosta alle diversificate espressioni storiciste, l’eterogenea fioritura liberty e gli esiti magniloquenti degli anni di Regime. Nella ricostruzione critica complessiva, l’alterità di questi contesti, derivata dalla loro stessa eccentricità topografica e funzionale, assume il valore di una forza modellatrice determinante, in grado di generare un contesto nuovo, in cui l’immagine monumentale e stratificata della città bassa lascia il posto al carattere iconico e regolato di quella alta, e dove il mito dell’antico dell’una si traduce nello spirito modernista dell’altra.

GLI AUTORI
Francesca Castanò (Napoli, 1970), ricercatore di Storia dell’Architettura presso la Seconda Università degli studi di Napoli, ha partecipato a convegni nazionali e internazionali con diversi saggi e articoli dedicati a temi napoletani nell’età contemporanea, pubblicandone gli esiti in volumi e riviste specializzate («Palladio», 48, 2011). Con particolare interesse i suoi studi si sono rivolti pure alla storia del patrimonio industriale; campo in cui si orientano sia il suo impegno redazionale per la rivista «Aipai», sia quello universitario indirizzato alle tecniche architettoniche e al design. Nell’attività pubblicistica si distinguono i lavori: La stazione e la direttissima nel primo Novecento (Electa, Milano 2010) e Il foro Gioacchino nel Fondo dei disegni dell’archivio Ersoch (Giannini, Napoli 2012).
Ornella Cirillo (Napoli, 1968), ricercatore di Storia dell’Architettura presso la Seconda Università degli studi di Napoli, ha pubblicato numerosi libri e saggi su temi e protagonisti della scena architettonica napoletana tra barocco e neoclassicismo. La sua attività universitaria, divulgata anche attraverso l’intervento a convegni nazionali e internazionali, si svolge nella stessa direzione, includendo, inoltre, ambiti e opere medievali e rinascimentali, e affiancando alla storia dell’architettura quella della moda. Tra le principali pubblicazioni la monografia Carlo Vanvitelli. Architettura e città nella seconda metà del Settecento (Alinea, Firenze 2008) e il saggio La “grandiosa”stazione della Napoli postunitaria (Electa, Milano 2010).


Indice del volume:
Introduzione
La narrazione di un luogo dal mito alla cronaca 11
Francesca Castanò Ornella Cirillo
Parte Prima L’età moderna
Francesca Castanò Ornella Cirillo
A nord di Napoli.
La collina fino al Settecento
Le premesse allo sviluppo extra-urbano: dal colle del Patruscolo al “Vomere” 23
La dimora di Giovanni Pontano ad Antignano 25
La “stanza prediletta dei nostri scienziati e poeti” 29
Residenze “villeresche”: declinazioni di un tema 35
Parte Seconda l’Ottocento
Ornella Cirillo
Alle origini della città riformata
Il Vomero dei francesi 71
I villaggi collinari in età borbonica 82
La chiesa di San Gennaro ad Antignano: il monumento negato 97
I programmi postunitari per l’“immegliamento della circostante città” 102
“Vomero-Arenella-Belvedere”: genesi e mutazioni
Adolfo Giambarba e il “Piano regolatore dei nuovi rioni” del 1886 123
Forme urbane e dinamiche immobiliari: dalla Banca Tiberina
alla Banca d’Italia 140
La rete dei trasporti collinari 153
Il riscatto di un luogo sacro: la nuova basilica patronale 160
Parte Terza Il primo Novecento
Francesca Castanò
Opere e piani nel primo quarto del secolo
Intorno al “Vomero Nuovo”: i grandi cantieri privati 179
Architetture degli anni Dieci tra modernismo e sperimentazione 185
La prefigurazione di una città “dinamica” e “vertiginosa” 199
Centro o periferia? La Napoli alta nel primo dopoguerra 204
La “metropoli in collina”. Disegno urbano
e architetture pubbliche nell’attività del Regime
Dal piano all’opera: l’Arenella nei programmi dell’Alto Commissariato 227
Le grandi attrezzature ospedaliere 236
Architetture littorie al Vomero 250
I quartieri settentrionali nel “Piano regolatore generale” del 1939 258
Abbreviazioni 285
Indice dei nomi 287

 


richiedi infoformazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.