LA SCUOLA DEL VANVITELLI - Salvatore Costanzo

La_scuola_del_Vanvitelli_pAutore: Salvatore Costanzo
Titolo: La Scuola del Vanvitelli.
Sottotitolo: Dai primi collaboratori all'opera dei suoi seguaci.
Descrizione: Edizione rilegata, con sovraccoperta, in formato 4° (cm 29,5 x 21); 421 pagine; 374 illustrazioni in b/n.
Luogo, Editore, data: Napoli, Clean, novembre 2006
Prezzo: Euro 40,00
ISBN: 9788884970145
Disponibilita': In commercio

 

Il saggio è una preziosa testimonianza delle straordinarie capacita' ed intuizioni di una foltissima schiera di discepoli, aiutanti e seguaci di Luigi Vanvitelli - architetto e ingegnere idraulico - operanti su larga parte del territorio nazionale e il alcuni paesi d'Europa, a partire daila prima meta' del Settecento fino agli inizi dei nuovo secolo.

Oltre a rendere conto delle storie cuiturali, professionali, accademiche dei protagonisti, la ricerca consente di scoprire come anche una sola realizzazione del Regio Architetto abbia lasciato una fervida impronta creativa su numerose maestranze locali, e apre molte chiavi di lettura sulla problematica del grande filone vanvitelliano, ponendo in primo piano il percorso formativo, le risultanze stilistiche e la sfera d azione di quelle personalita' legate alla circolazione dei modelli del Maestro

(progettuali, costruttivi, organizzativi, ecc.).

Sebbene lasci necessariamente molti profili di allievi ed epigoni ancora da indagare, proponendo nuovi principi sui quali allargare la discussione e il confronto, l'opera offre per la prima volta una visione d'insieme dell'inestimabile eredita' cuiturale del celebre architetto napoletano, attraverso la genesi e l'evoluzione della sua Scuola che, benché stilisticamente differenziata e in taluni ambienti circoscritta, ebbe risonanza vastissima e lunga durata.

Per la completezza della trattazione e la chiarezza del discorso illustrato, il volume si propone come un valido strumento di consultazione e di studio aderente alle nuove esigenze dell'informazione storico-critica sull'adozione e diffusione dei modi del Vanvitelli.

Esso costituisce una 'guida' per interpretare le linee fondamentali della continuita' classica dell'arte dei suoi epigoni, e si rivela un'efficace fonte diretta sulle affermazioni di quegli artefici di cantiere che ebbero sicuri punti di contatto o rapporti di dipendenza con la sue piu' diversificate esperienze progettuali e lavorative.

L'opera accoglie in se un inedito vanvitelliano proveniente dal corpus dei disegni del sommo Maestro (Collezione privata eredi De Peruta), ancora esistenti e mai divulgati.

 


richiedi infoformazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.