RICETTARIO NAPOLETANO - Primi piatti popolari borghesi e aristocratici - Lejla Mancusi Sorrentino

RICETTARIO NAPOLETANO - Primi piatti popolari borghesi e aristocratici - Lejla Mancusi SorrentinoAutore: Lejla Mancusi Sorrentino
Titolo: Ricettario napoletano
Sottotitolo: Primi piatti popolari borghesi e aristocratici
Minestre - pasta - riso e sfizi di polenta
Con una breve storia della cucina napoletana dalle origini ai giorni nostri
Descrizione: Volume in 16°, di oltre 320 pagine su bella carta pesante, copertina plastificata a colori
Luogo, Editore, data: Napoli, Grimaldi
ISBN: 9788898199099
Prezzo: Euro 22,00
Disponibilità: In commercio

Nonostante il titolo, oltre alle ricette che formano la cucina napoletana tradizionale, nel volume sono descritti anche quei piatti che d’abitudine si preparano nella maggioranza delle famiglie napoletane, senza tralasciare incursioni nelle cucine di altre zone diffuse grazie alla globalizzazione oggi dilagante. In apertura l’Autrice tratteggia una breve storia della cucina napoletana dalle origini fino ai giorni nostri toccando a volo d’uccello le varie dominazioni straniere succedutesi nel Regno di Napoli prima dell’Unità d’Italia che hanno lasciato traccia del loro passaggio nella gastronomia della città. Come si legge nel sottotitolo materia del libro sono i Primi Piatti e cioè Minestre, Pasta, Polenta e Riso, ognuno dei quattro argomenti è corredato da note storiche, consigli pratici per l’acquisto, l’utilizzo e la cottura, oltre che da tantissime ricette classiche e moderne, popolari e raffinate. In chiusura le Ricette di base e le Salse. Com’era prevedibile la pasta fa la parte del leone con oltre 250 ricette suddivise secondo l’ingrediente principale utilizzato per condirla: vegetali, latticini, uova, pesce,  carni. A parte c’è una sezione per Timballi, Pasticci, Sformati e altre preparazioni al forno. La storia del Riso riserva una sorpresa che va ad aumentare i primati del Regno di Napoli: le prime coltivazioni di riso nella  penisola, dopo quelle siciliane, furono impiantate nel Napoletano ad opera degli Aragonesi che nel 1450 avevano riunito sotto la loro corona il regno di Sicilia e quello di Napoli. Sin da metà Quattrocento si ha notizia di coltivazioni presenti in Campania nell’area salernitana, e la fama del riso prodotto in quelle zone si mantenne viva per molti secoli.

Avendo già pubblicato nel 2012 un ricettario di dolci, Pasticceria alla Napoletana, e quest’anno il Ricettario Napoletano dedicato ai Primi Piatti, l’Autrice si impegna a completare l’opera con argomenti di sicuro interesse per i buongustai: Secondi Piatti di Pesce, Carne, Uova, Formaggi e Salumi, Fritti, Ortaggi e Verdure, Pizze, Focacce e Pasticci. Non è una minaccia, è una promessa.

 


richiedi infoformazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.