RICETT'ISS - Giuseppe Daddio, Aniello Di Caprio

RICETT_ISS_PAutore: Giuseppe Daddio, Aniello Di Caprio
Titolo: Ricett'iss
Sottotitolo: 100 ricette di Giuseppe Daddio Descrizione: Volume in 4° (cm 29,5 x 20); 233 pagine; ogni ricetta è accompagnata da una presentazione fotografica a colori, a tutta pagina.
Luogo, Editore, data: S.l., Consorzio Zafferano, 2008
Prezzo: Euro 50,00
Disponibilita': In commercio

 

Premetto che questo lavoro non vuole essere una sorta di braccio di ferro con i libri presenti in giro di miei colleghi, ma è semplicemente il risultato di oltre due anni di lavoro, due anni di intensa ricerca e studio che mi hanno portato a realizzare un testo composto da 100 ricette inedite e irripetibili. Nello specifico si tratta di 30 antipasti, 30 primi piatti, 30 secondi piatti e solo 10 dolci al piatto giusto per ricordare l’importanza della pasticceria in cucina.
Le radici di questo libro si trovano nel nostro territorio campano/casertano - dove si trovano anche le mie origini - per cui gli ingredienti utilizzati spaziano a largo raggio nella gamma di prodotti offerti dal mercato locale, dal piccolo al grande produttore di materie prime.

Il titolo rievoca momenti “racconti” di cibo che quotidianamente mi trovo a menzionare con persone affascinate dal modo in cui parlo di piatti e quindi ‘Ricett’Iss’, titolo di questa raccolta, è la traduzione napoletana di Disse Lui. Sembra quasi vangelo quello che racconto alle persone che mi ascoltano e mi seguono con grande ammirazione. Ed è proprio questa una delle tante soddisfazioni che mi ha dato l’energia per realizzare questo lavoro. Parto dal concetto che in cucina non c’è nulla da inventare, ma tanto da perfezionare. È inutile fare la corsa con le mode. È importante stabilire se è la moda che fa la cucina o la cucina che fa la moda. In ogni caso credo che in cucina una cosa sia molto importante ed è l’originalità, l’unico ingrediente che distingue l’uno dall’altro. La cucina è “arte consacrata” è va rispettata, non accetta pressappochismi e superficialità.
In questo libro vi sono presenti 100 piatti, ognuno originale e studiato secondo i canoni di associazione di ingredienti, tecniche, basi e filosofia di pensiero. Lo stile del cuoco si esprime mediante l’impiattamento perchè quello è la fase della creatività e dell’arte. Tutto quello che si mette nel piatto è contenuto quindi conoscenza che scaturisce dal sapere e dalla continua ricerca che ognuno di noi fa. Non bisogna confondere la mano di un cuoco con la manualità. Si è geniali quando i piatti esprimono calore, armonia e sapore.
Costruisco le ricette abbinando ingredienti reperibili in ogni stagione, mi diverto a coniugare carne pesce e verdure dando loro la giusta importanza. Uno dei criteri fondamentali che rispetto quando penso ad un piatto è il soggetto, intorno a lui ruotano gli eventuali abbinamenti che, manipolati con le validi basi ed adeguate tecniche di cotture, lasciano esprimere il meglio di loro. Un errore frequente che si commette è quello di non riconoscere il soggetto di un piatto citato dal nome, solo perché è mascherato dal troppo. La semplicità è una cosa assai difficile da perseguire pertanto bisogna intendersi per riconoscere il gusto che è come l’anarchia: non ha regole!
sito web della Locanda delle Trame

 


richiedi informazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.