IL BATTISTERO DI SANTA MARIA MAGGIORE A NUCERIA Un capolavoro dell’architettura paleocristiana in Campania - A cura di Rosaria Ciardiello

IL BATTISTERO DI SANTA MARIA MAGGIORE A NUCERIA Un capolavoro dell’architettura paleocristiana in Campania - A cura di Rosaria Ciardiello Autore: AA.VV.
Curatore: Rosaria Ciardiello
Titolo: Il Battistero di Santa Maria Maggiore a Nuceria
Sottotitolo: Un capolavoro dell’architettura paleocristiana in Campania
Descrizione: Volume in brossura, di cm 28 x 24; 208 pagine
Luogo, Editore, data: S.Egidio del Monte Albino (SA), 2021
Collana: Nuceria
ISBN: 9788855250948
Condizioni: nuovo
Prezzo: Euro 40,00
Disponibilità: In arrivo

 


richiedi informazioni


Il Battistero di Santa Maria Maggiore fu edificato a Nuceria nel VI secolo d.C. da un ignoto architetto. Costruito su un complesso architettonico d’età imperiale romana, come testimoniato dai mosaici tardo-antichi a disegni geometrici e floreali del III-IV secolo d.C., l’edificio ruota intorno ad un grande cilindro alto 3 metri, con al centro una vasca battesimale a ottagono, seconda in Italia per grandezza solo a quella di San Giovanni in Laterano , mentre la sua pianta mostra forti analogie con quella di Santa Costanza a Roma. Capitelli corinzi e compositi, fusti di colonne e molti altri elementi architettonici e decorativi, inglobati all’interno – come mensole, cornici, epigrafi, lastre etc. – risultano asportati da edifici augustei e traianei in disuso, presenti nelle vicinanze. Durante il medioevo il Battistero ha subito notevoli modifiche: accanto al portale, sul lato sinistro, furono annesse due piccole edicole, trasversali al muro perimetrale, con affreschi risalenti al tardo XIV secolo.

Nell’opera si ripropone la ristampa in traduzione italiana del saggio di Michael Stettler pubblicata per la prima volta in lingua tedesca nella Rivista di Archeologia Cristiana del 1940, che ancora oggi mantiene, dopo circa sessant’anni dalla sua pubblicazione, un’assoluta modernità a cui si aggiungono i contributi di Umberto Pappalardo e di Theresa Stettler sulla biografia di Michael Stettler, di Rosa Fiorillo sul battistero di Nocera e gli edifici della “restaurazione” giustinianea, di Rosaria Ciardiello sui rinvenimenti romani coevi nell’antica Nuceria, di Teobaldo Fortunato e David D’Andrea sui viaggiatori illustri che hanno visitato il monumento, di Salvatore Alfano e mons. Giuseppe Giudice sul messaggio cristiano dei cicli pittorici, di Gianluca Santangelo e Olof Brandt sull’architettura dell’edificio.

 


richiedi informazioni

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.