NOTIZIE ISTORICHE ARCHEOLOGICHE TOPOGRAFICHE DELL’ANTICA CITTÀ DI POZZUOLI E DEI SUOI DUE AQUIDOTTI SERINO E CAMPANO - Giuseppe de Criscio

notizie_istoriche_pozzuoli_de_criscioAutore: Giuseppe de Criscio (Abate)
Titolo: Notizie istoriche archeologiche topografiche dell’antica città di Pozzuoli e dei suoi due aquidotti Serino e Campano
Sottotitolo: Con modi onde accrescere il volume delle acque nel secondo Condotto.
Ristampa anastatica a cura e con nota introduttiva di Francesco Pisano
Descrizione: Volume in formato 8° (cm 21 x 15); 96 pagine
Luogo, Editore, data: Pozzuoli (NA), Pisano, 2011
Collana: I libri dell'eliodromo, 5
ISBN: 9788895938127
Disponibilita': No

 
Valente archeologo locale, «accuratissimo raccoglitore di memorie puteolane», l’abate Giuseppe de Criscio, nato a Pozzuoli il 4 gennaio 1826 e morto nella stessa città il 24 luglio 1911, «era tenuto in grande considerazione da tanti importanti studiosi italiani e stranieri (Bonucci, Bruzza, Pais, Mommsen, Beloch, Dubois… ), che apprezzavano moltissimo anche la sua ragguardevole raccolta epigrafica e numismatica. Senza la preziosa guida del nostro abate, Charles Dubois avrebbe trovato forse più difficoltà a scrivere la sua fondamentale opera “Pouzzoles antique (Histoire et topographie), Paris 1907». Proprio il Dubois , nel succitato suo libro, dà a p. 189 un favorevole giudizio in merito al lavoro del de Criscio che qui viene riproposto, riconoscendo che «Quelques renseignement fort utiles ont été rassemblés par G. De Criscio, dans l’opuscule intitulé “Notizie istoriche archeologiche topografiche dell’antica città di Pozzuoli e dei suoi due aquidotti Serino e Campano (Naples, 1881)». (dalla “Nota introduttiva” di F. Pisano)

 


richiedi informazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.