CENOBI ITALO-GRECI E PAESI DEL BASSO CILENTO - Paolo Abbate

cenobi_italo_greci_basso_cilentoAutore: Paolo Abbate
Titolo: Cenobi italo-greci e paesi del Basso Cilento
Descrizione: Volume in formato 8° (cm 21,5 x 14,5); 126 pagine; 27 illustrazioni in b/n fuori testo + 1 cartina su doppia pagina (1 staccata)
Luogo, Editore, data: Salerno, Palladio, giugno 1999
Prezzo: Euro
Disponibilità: No

 
A partire dall'VlII secolo, nel Basso Cilento si verificò un evento significativo: lo stanziamento, cioè, di monaci di lingua, religione e cultura greco-bizantina, i quali furono, molto probabilmente, i responsabili dello sviluppo di quel reticolo di paesi arroccatl sulle alture: cioè di quel "paesaggio umano" che ancora sussiste. Sebbene la loro presenza massiccia sia sparita da secoli, soppiantata o quasi cancellata dalla pressione di diversi fattori, la loro testimonianza rimane, come rimangono le impronte fossili impresse nella roccia: segni inequivocabili dell'esistenza di una vita rigogliosa del passato.

Questa memoria italo-greca si rinviene nei toponimi di quei paesi e località, nei titoli antichi di chiese, nei pochi e poveri ruderi di cenobi che ancora oggi avanzano, malgrado la distruzione operata dal tempo e dagli uomini.

Paolo Abbate. già docente nelle scuole secondarie, si dedica da tempo alla ricerca d'archivio. Ha pubblicato sul Cilento "Le antiche confraternite del SS. Rosario e del SS. Sacramento di Roccagloriosa", (1997), e "II colera dd 1836-37, ovvero le vociferazioni di veneficio a Napoli, nel Cilento e nel Vallo di Diano': (1998).

 


richiedi infoformazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.