NAPOLI CRIMINALE - Bruno De Stefano

Napoli_Criminale_pAutore: Bruno De Stefano
Titolo: Napoli criminale.
Sottotitolo: Omicidi di camorra, ma non solo: delitti misteriosi ancora impuniti nelle strade di una citta' splendida, spesso lasciata in balia del crimine.
Descrizione: Edizione in formato 8° (cm 22,9 x 16); 281 pagine; 28 foto in b/n fuori testo
Luogo, Editore, data: Roma, Newton & Compton, luglio 2006
Collana: I Big Newton. Saggi. 153
Disponibilita': No

Un far west senza sceriffi dove il crimine impera indisturbato. Ecco come appare Napoli a chi legge le cronache che raccontano di una citta' mattatoio attraversata da una violenza che non risparmia niente e nessuno.

Non c'è un'altra metropoli al mondo in cui il sangue imbratta, senza distinzioni sociali né geografiche, le strade eleganti e i vicoli malfamati, i quartieri dei ricchi e i rioni dei poveracci, i palazzi della politica e le stanze del potere. Nel vasto e variegato catalogo degli orrori che si sono consumati all'ombra del Vesuvio, uno spazio rilevante è occupato dai clan della camorra che con le loro guerre hanno provocato centinaia e centinaia di morti.



Ma si commetterebbe un grosso errore nel ricondurre tutto il male solo ai macellai delle cosche che si combattono per accaparrarsi il mercato della droga o il controllo delle estorsioni.
Perché Napoli è anche la citta' dell'inafferrabile mostro che massacrò una famiglia in via Caravaggio, dell'oscuro e ancora impunito delitto dell'affascinante Anna Parlato Grimaldi, della tragica fine di due ragazzine conquistate dai modi gentili di tre bulli di Ponticelli protagonisti di un processo lungo e tormentato.

Ma Napoli è anche la citta' dove a voler far bene il proprio dovere si rischia la vita, come testimoniano l'assassinio di un poliziotto onesto come il capo della Squadra mobile Antonio Ammaturo e l'agguato a un giornalista troppo curioso come Giancarlo Siani

Ed è anche la citta' in cui vengono uccise persone innocenti la cui unica colpa è di vivere nel far west. Ma forse Napoli non è il far west - E' peggio.


Bruno De Stefano è nato a Somma Vesuviana (Napoli) nel 1966.
Gionalista professionista, ha lavorato per diversi quotidiani fra cui Paese Sera, Il Giornale di Napoli, Corriere del Mezzogiorno (dorso campano del Corriere della Sera), e per il settimanale Metropolis, occupandosi particolarmente di cronaca nera e giudiziaria. Attualmente è redattore di «City», it quotidiano free press del gruppo Rizzoli-Corriere della Sera

Indice del volume:

Pupetta Maresca, la ragazza con la pistola
Il mostro di via Caravaggio
Il delitto di Anna Parlato Grimaldl
Giuseppe Salvia, il nemico di Cutolo
II rapimento di Ciro Cirillo
Morte di un vicequestore onesto
Tre belve a Ponticelli
Giancarlo Siani: un giornalista troppo curioso
Un cadavere nella valigia
La villetta dell'orrore
Sangue a due passi dalla questura
Maurizio Estate, quando il coraggio vale una vita
Far west al Vomero
Omicidio-suicidio nello studio di un avvocato
Uno casalinga dalla doppia vita
Piombo sugli operai
Il poliziotto pistolero
Gigi e Paolo, due vittime innocenti
L'assassinio dell'amica d'infanzia
L'insegnante murata nello scantinate
Un "santo" punito per una svista dei killer
Una testa mozzata tra I rifiuti
Basic istinct a Casandrino
La strage di bambini

 


richiedi infoformazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.