LA RIGENERAZIONE - Lucio Iaccarino

La_Rigenerazione_pAutore: Lucio Iaccarino
Titolo: La rigenerazione
Sottotitolo: bagnoli: politiche pubbliche e societa' civile nella napoli postindustriale.
Prefazione di Percy Allum.
Descrizione: Volume in formato 8° (cm 21 x 15,5); 252 pagine.
Luogo, Editore, data: Napoli, L'Ancora, luglio 2005
Prezzo: Euro 18,00
ISBN: 88-8325-171-0
Disponibilita': In commercio

infranto il sogno industriale, bagnoli diventa oggi il nuovo pilastro dello sviluppo napoletano, dove si investira' in ambiente e turismo, la fabbrica sopravvive nell'archeologia industriale e, soprattutto, nella memoria, ma dal vuoto urbano si generano forze sociali inedite di cui è imprevedibile immaginare il futuro, l'esame dei progetti di riqualificazione di bagnoli permette di leggere le politiche sociali e le strategie di sviluppo, e di valutare la qualita' e lo spessore del progetto politico che viene messo in campo.

Questa ricerca scaturisce in un contesto europeo comparativo: fa parte di un programma di ricerca (British Council-Crui) dell'Universita' di Bath (Regno Unito) e dell'Universita' degli Studi di Napoli l'Orientale, che indagava le politiche di rigenerazione urbana a Bristol e a Napoli.
Lo studio si organizza in quattro parti:
la prima parte traccia rapidamente la storia dell'Italsider, dalle origini alla sua dismissione, offrendo inoltre un quadro della vita quotidiana del quartiere, cosi' diversa dal resto della citta' per la presenza della grande industria pesante.
Il primo capitolo ricostruisce dettagliatamente anche la complicata vicenda urbanistica che accompagna, a partire dalla dismissione, la politica di rigenerazione urbana del quartiere.
La seconda parte analizza gli attori che si muovono all'interno del quartiere: lo scopo del secondo e del terzo capitolo è di dimostrare il ruolo e il peso giocato dalle varie associazioni nella politica di rigenerazione e, allo stesso tempo, mettere in luce le dinamiche politiche e le modalita' di govemance adoperate dagli attori pubblici (politici e funzionari).
La terza parte mostra e analizza come funziona la divisione del lavoro amministrativo a livello circoscrizionale.
Cosi', nel quarto capitolo l'autore descrive la forma reticolare assunta dall'istituzione del governo locale ed evidenzia due nodi nevralgici: la Circoscrizione e la fondazione Idis.
Il quinto capitolo mette a confronto, tramite interviste, la narrazione degli attori socio-economici con quelle dei decisori (tecnici e politici comunali), coinvolti nella politica pubblica. Viene fuori una panoramica delle visioni politiche che ispirano l'azione delle diverse organizzazioni e che condizionano ruoli e routine. L'autore conclude evidenziando come le pressioni dei piu' forti si istituzionalizzino, mentre la politica locale rimanga indecisa sul significato da attribuire alla richiesta di protagonismo delle organizzazioni piu' piccole.
Dalle conclusioni emerge un quadro assai contraddittorio che, accanto agli aspetti positivi (legati al tessuto associativo del quartiere e alla partecipazione), lascia emergere parecchie ombre. Da un lato ci sono le ambivalenze che riguardano le associazioni civili (in bilico tra la produzione dei beni pubblici e il perseguimento d'interessi privati, tra solidarieta' orizzontale e verticale); dall'altra le incertezze delle istituzioni locali che oscillano tra l'assunzione di un modello di govemance, capace di coinvolgere la "societa' civile" nel processo decisionale, e uno che strumentalizza e sfrutta la partecipazione della societa' civile per scopi di controllo e di consenso.
Nelle parole di congedo, infatti, si sente il «pessimismo della ragione», ma non senza uno spiraglio di speranza:

Lucio Iaccarino è dottore di ricerca in sociologia dei fenomeni culturali e dei processi normativi, si occupa di politiche pubbliche e governo urbano presso la cattedra di scienza politica dell'universita' degli studi di napoli "l'orientale"

 


richiedi infoformazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.