IL REGNO DI NAPOLI E L'UNITA' NAZIONALE - Mario Giannattasio

Il_Regno_di_Napoli_e_l_Unita_pAutore: Mario Giannattasio
Titolo: Il Regno di Napoli e l'Unita Nazionale
Sottotitolo: Il Sud, la rivoluzione di Garibaldi e la politica piemontese
Descrizione: Edizione in formato 8° (cm 20 x 13); 209 pagine.
Luogo, Editore, data: Napoli, Adriano Gallina, dicembre 2008
Prezzo: Euro 18,00
ISBN13: 9788895142098
Disponibilita': in commercio

 

A conclusione delle celebrazioni del bicentenario della nascita di Garibaldi, a ridosso del centocinquantesimo anniversario della unificazione italiana, Il Regno di Napoli e l'Unita Nazionale ne rievoca l'evento partendo dallo sbarco del Generale in Sicilia, dalla sua rivoluzione unitaria e nazionale e, andando a ritroso nel tempo, dalla lotta di liberazione napoletana dal regime autoritario di Ferdinando II e di suo figlio Francesco.

Ripercorrendo l'impresa dei Mille - dall'arrivo a Marsala fino al Volturno - il volume pone in rilievo il declino del regno borbonico, l'immobilismo e l'inadeguatezza del suo governo rispetto all'infuriare degli accadimenti, alle mire espansionistiche di Vittorio Emanuele II e del suo primo ministro Cavour.

Nel sottolineare, inoltre, il ruolo che la politica di quest'ultimi ha avuto nel processo di unificazione italiana e nei rapporti internazionali, la sua preminenza sul radicalismo libertario di Garibaldi e sul repubblicanesimo mazziniano, l'autore ne evidenzia, tuttavia, i limiti ed i riflessi che la stessa, e soprattutto quella successiva alla morte di Cavour, ha avuto rispetto alla evoluzione del paese e del suo Mezzogiorno.

 


richiedi informazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.