STATO PADRE, STATO DEMIURGO. I lavori pubblici nel Mezzogiorno (1815-1860) - Costanza D'Elia

stato padre stato demiurgo costanza d eliaAutore: Costanza D'Elia
Titolo: Stato padre, Stato demiurgo
Sottotitolo: I lavori pubblici nel Mezzogiorno (1815-1860)
Descrizione: Volume in formato 8° (cm 21 x 14); 192 pagine.
Luogo, Editore, data: Santo Spirito (BA), Edipuglia, 1996
Collana: Mediterraneo. N. 9
ISBN: 9788872281628
Prezzo: Euro 15,50
Disponibilità: Limitata

I lavori pubblici sono un aspetto centrale della politica economica nel Mezzogiorno preunitario; intorno a questo tema si sviluppa un ampio dibattito, che tocca i punti nevralgici della lunga e faticosa elaborazione del nuovo modello giuridico-istituzionale importato dai Francesi. Il caso dei lavori pubblici soprattutto evidenzia come la stessa categoria di stato inteso come entità monolitica e compatta possa essere rivista.
Nel rapporto con la società civile lo stato manifesta atteggiamenti assai diversi: il dirigismo paternalistico proprio della monarchia tradizionale, della regalità di origine sacrale; e il dirigismo burocratico di cui il Corpo di ponti e strade è perfetta incarnazione, erede delle spinte del riformismo settecentesco.
Queste due facce dello stato, fra loro in rapporto di tesa dialettica, vengono tanto imposte dall’alto quanto proposte come costruzione culturale dal basso. Al di là degli stessi risultati che una spesa distribuita in maniera assai diseguale sul territorio ha potuto realizzare, la tormentata e mossa vicenda delle opere pubbliche getta luce sulle dinamiche e i caratteri di un Ottocento borbonico che un pregiudizio risorgimentale duro a morire spesso induce a considerare come irrilevante parentesi di immobilità, come semplice preludio della questione meridionale.


Indice del volume:
Introduzione
1. I precedenti: il decennio francese
1. Una “pianta esotica”
2. Riforma del finanziamento e spesa del sovrano
3. Le bonifiche

2. La riflessione degli intellettuali
1. Inglesi e Beduini
2. Carlo Afan dei Rivera e l’economia politica dello statalismo burocratico
3. Opere pubbliche e mitologia mercantilista

3. Burocrazia ed élites periferiche
1. Il finanziamento: equità e redistribuzione
2. Il ratizzo
3. Il conflitto fra centralismo burocratico e ideologia dell’autogoverno
4. La reazione antiburocratica
5. Ritorno al centro
6. I molti interessi e le due facce dello stato

4. Appalto o concessione?
1. Interesse pubblico e interesse provato
2. La razionalità dell’appaltatore
3. Un’alternativa radicale
4. Grandi opere e grandi interessi: la concessione

5. Le ragioni della spesa
1. Quantità, tempi, distribuzione
2. Opere pubbliche e disoccupazione
3. Una verifica statistica

6. La bonifica come opera pubblica esemplare
1. Il re taumaturgo
2. Pedagogia della tassazione
3. Le bonifiche nell’economia del Mezzogiorno

7 In conclusione: i lumi applicati
1. L’astratto diritto
2. Cultura dello stato e interesse generale
3. Mode e modelli

Appendice

Indice dei nomi

 


richiedi infoformazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.