POZZUOLI 1860-1863. Storie e controstorie del Risorgimento nei Campi Flegrei - Maurizio Erto

pozzuoli_1860_1863_maurizio_ertoAutore: Maurizio Erto
Titolo: Pozzuoli 1860 - 1863
Sottotitolo: Storie e controstorie del Risorgimento nei Campi Flegrei
Descrizione: Volume in formato 8°; 160 pagine.
Luogo, Editore, data: Nocera Superiore (SA), D'Amico, 2017
Collana: 
ISBN: 
Prezzo: Euro 14,00
Disponibilità: In commercio

Come si presentava nel 1860 la città di Pozzuoli, capoluogo di uno dei più importanti distretti della provincia di Napoli? Come reagirono i puteolani al crollo del Regno borbonico? Quale fu il clima politico nei comuni flegrei durante l’invasione piemontese e nei primi anni dell’Unità?



Basandosi su documenti d’archivio in gran parte inediti, il saggio di Maurizio Erto tenta di rispondere a questi interrogativi attraverso l’analisi di alcuni aspetti e momenti salienti della storia risorgimentale flegrea: l’assedio garibaldino del Castello di Baia; la manipolazione dei risultati del plebiscito; le reazioni legittimiste e gli episodi di brigantaggio a Ischia, Procida, Pozzuoli, Soccavo e Pianura; la situazione carceraria nel bagno penale di Nisida; le vicende dei soldati garibaldini e borbonici originari dei Campi Flegrei; la posizione antiunitaria assunta dal clero locale.

Indice:
Introduzione 
Come Pozzuoli diventò italiana
L'ultima roccaforte borbonica nella provincia di Napoli: il Castello di Baia
Il misterioso risultato del plebiscito puteolano 
Il giallo dei garibaldini sepelliti vicino al Tempio di Serapide: un episodio di reazione a Pozzuoli?
Brigantaggio e reazioni borboniche nei Campi Flegrei 
1. Progetti di reazione nella zona di Pozzuoli e a Procida 
2. Cospirazioni borboniche a Soccavo e Pianura 
3. Scontri tra borbonici e liberali sull'isola di Ischia
4. 1863: l'anno della Legge Pica 
Tentativi di evasione dai bagni di Nisida e Pozzuoli
Domenica Goglia e altri garibaldini flegrei
I "patrioti" dell'altra parte: soldati e ufficiali puteolani nell'esercito borbonico 
I fratelli Capomazza e la congiura borbonica di Frisia
L'ultimo vescovo borbonico: Raffaele Purpo (1843-1876)
Bibliografia
Indici dei nomi
Indice delle figure



Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.