L'ITALIA DEL SECONDO SETTECENTO NELLE RELAZIONI SEGRETE DI WILLIAM HAMILTON, HORACE MANN E JOHN MURRAY - Gigliola Pagano De Divitiis, Vincenzo Giura

L'ITALIA DEL SECONDO SETTECENTO NELLE RELAZIONI SEGRETE DI WILLIAM HAMILTON, HORACE MANN E JOHN MURRAY - Gigliola Pagano De Divitiis, Vincenzo GiuraCuratori: Gigliola Pagano De Divitiis, Vincenzo Giura
Titolo: L'Italia del secondo Settecento nelle relazioni segrete di William Hamilton, Horace Mann e John Murray.
Descrizione: Volume in formato 8°; pagine 606; 10 illustrazioni in b/n e 9 a colori.
Luogo, Editore, Data: Napoli, E.S.I., 1997
Collana:Biblioteca di Storia Economica e Sociale. N. 1
ISBN: 8881141353
Prezzo: Euro 42,00
Disponibilità: In commercio

Gli anni Sessanta del Settecento sono un momento cruciale della storia mondiale. La Gran Bretagna, pur avendo posto le basi dell'Impero, si trova isolata e si prepara ad affrontare la secessione delle colonie americane, mentre la Rivoluzione Industriale inizia il suo cammino. L'Italia, non più oggetto della rivalità fra i Borbone e gli Asburgo e centro strategico del commercio inglese nel Mediterraneo, assume un nuovo interesse, sia politico che economico, agli occhi della Gran Bretagna. A partire dal 1765, il governo britannico richiede ai suoi rappresentanti nei maggiori stati italiani l'invio di relazioni minuziose e segrete, relative a tutti gli aspetti della vita dei paesi di residenza. Questo volume, frutto di una lunga e accurata indagine archivistica, raccoglie i rapporti su descritti e fornisce un quadro di grande interesse della vita politica, economica e sociale del secondo Settecento italiano.

I CURATORI

Gigliola Pagano de Divitiis è professore associato di Storia economica nell'Università della Calabria. L'espansione commerciale inglese nel Mediterraneo costituisce il tema fondamentale dei suoi studi. Tra i suoi lavori: il commercio inglese nel Mediterraneo dal '500 al '700; Mercanti inglesi nell'Italia del Seicento e vari saggi sulla Storia economica nel Mediterraneo in età moderna.

Vincenzo Giura è ordinario di Storia economica nell'Università «Federico II» di Napoli. I suoi studi sono dedicati in particolare a temi di Storia delle relazioni economiche internazionali e alla Storia delle minoranze del Mezzogiorno. Tra i suoi lavori ricordiamo: Russia, Stati Uniti e regno di Napoli nell'età del Risorgimento; La banca del Tavoliere; La questione degli zolfi siciliani; Storie di minoranze. Ebrei, Greci, Albanesi nel regno di Napoli; Tra politica ed economia. L'Italia e la guerra civile spagnola.

 


richiedi informazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.