PRO DOMO MEA - Vincenzo D'Amico

pro domo mea cur vincenzo d amicoAutore: Anonimo
Titolo: Pro domo mea.
Sottotitolo: Discorso a' posteri sulle vicende del Regno di Napoli e di Sicilia del 7 settembre 1860 fino al 7 settembre 1863
A cura di Vincenzo D'Amico.
Descrizione: Edizione in formato 8°; 103 pagine
Luogo, Editore, Data: Battipaglia (SA), Ripostes, 2009
ISBN: 97888 95479217
Prezzo: Euro 12,00
Disponibilità: In commercio

Non esistono notizie sull'autore di questo scritto, nè si conosce il luogo di pubblicazione (Napoli?) e l'anno (1863?)
Dall'"Avvertimento":... i principi di ordine e di giustizia non hanno nè presente nè passato... E' scopo di questo mio discorso di dichiararli e propugnarli, e con la loro norma, di giudicare i gravi avvenimenti per cagione de' quali fummo spettatori del disfacimento di un antico Reame...

“Diciotto briganti distrutti... altri presi e fucilati... Tutto il Gargano nello stato di assedio... le massarie chiuse; fabbricate le porte, bruciate le pagliaia... la gente via per le campagne non più che con mezzo pane in tasca”. Questo leggeva, o Signori, in un giornale cui per caso stendeva la mano, nel dì 8 marzo del passato 1862; questo e peggiori cose, indi leggeva e leggo tuttora in quanti giornali mi sono passati di sotto gli occhi in sono a quest’ora... e quest’ora è quella del giorno stesso del mese di luglio di questo corrente anno 1863...

 


richiedi infoformazioni

 

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.