SCRITTI POLITICI - Giacinto De Sivo

libreria neapolisAutore: Giacinto De Sivo
Titolo: Scritti Politici
Descrizione: Volume in formato 8° (cm 22 x 15); 156 pagine
Luogo, Editore, data: Brindisi, Trabant
Collana: Pillole per la memoria
ISBN: 9788896576205
Prezzo: Euro 12,00
Disponibilità: In commercio

La pubblicazione raccoglie, per la prima volta in un unico volume, le principali opere di argomento politico del controverso pensatore ottocentesco, conosciuto per la sua Storia delle Due Sicilie di stampo dichiaratamente favorevole ai Borbone di Napoli. Tali saggi tra i quali il famoso I Napoletani al cospetto delle nazioni civili, ma anche opere meno conosciute come il Discorso pe' morti nelle giornate del Volturno e il componimento poetico All'Italia sono l'ideale completamento dell'opera storica di un autore lentamente riportato, dopo più di un secolo di oblio, all'attenzione del pubblico di studiosi e appassionati del nostro passato.



Storico, romanziere e tragediografo conosciuto ai più per la monumentale Storia delle Due Sicilie, Giacinto De Sivo è stato anche, negli anni '50 e '60 del XIX secolo, autore di svariati saggi di stampo politico, nei quali meglio ha potuto precisare il proprio pensiero. Raccolti per la prima volta in un unico volume, essi costituiscono un'appassionata, estrema difesa del morente regno borbonico e un atto d'accusa contro le fragili basi politiche e morali su cui l'autore vede fondarsi l'Italia unita. Il volume contiene: Elogio di Ferdinando Nunziante (1852), Discorso pe' morti nelle giornate del Volturno (1861), L'Italia e il suo dramma politico nel 1861 (1861), I Napoletani al cospetto delle nazioni civili (1861), Canzone all'Italia (1865).

Giacinto De Sivo (1814-1867) originario di Maddaloni, ricoprì incarichi amministrativi nel Regno delle Due Sicilie. Più volte arrestato dopo l'unità d'Italia a causa delle sue simpatie filoborboniche, morì in esilio a Roma. Dell'autore le Edizioni Trabant hanno pubblicato la Storia delle Due Sicilie 1847-1861.

 


richiedi infoformazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn