CONFESSIONI DI UN KILLER. Oreste Spagnuolo: così ho imparato a uccidere - Daniela De Crescenzo

confessioni_di_un_killer_oreste_spagnuoloAutore: Daniela De Crescenzo
Titolo: Confessioni di un killer
Sottotitolo: Oreste Spagnuolo: così ho imparato a uccidere
Descrizione: Volume in formato 8° (cm 21 x 13,5); 144 pagine
Luogo, Editore, data: Napoli, L'Ancora del Mediterraneo, marzo 2012
Collana: Le gomene, 92
ISBN: 9788883253058
Disponibilità: No

 
Eccoci a confronto con «una vita sbagliata», quella che Oreste Spagnuolo ci racconta guidandoci nella banale normalità della morte, nella vita quotidiana di un killer dove le giornate sono scandite da esecuzioni e azioni violente. Lui, però, non è nato malamente. Ci racconta che killer si può diventare per comperarsi un paio di scarpe o per essere ammirati dalle donne, oppure per non dover mai abbassare lo sguardo. Si entra nel “sistema” per disgusto di una vita piccolo borghese, per spavalderia, per noia o indifferenza. Oppure per appartenere a qualcosa e a qualcuno. Per sentirsi grandi e provare il brivido dell’onnipotenza.
«Eravamo rispettati. Ma quel rispetto nasceva dalla paura. Del resto non pensavamo neanche: “Se poi un giorno mi arrestano…”».

Oreste Spagnuolo è il pentito dei casalesi che ha fatto arrestare Giuseppe Setola e Gianluca Bidognetti, quello che per 30 anni ha gestito l’affare rifiuti in Campania.

 


richiedi infoformazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.