ANTIQUAE SENTENTIAE NUN FALLISCENE MAJE - Roberto Vigliotti

antiquae_sententiae_pAutore: Roberto Vigliotti
Titolo: Antiquae sententiae nun falliscene maje.
Sottotitolo: Confronto tra "Li ditti antichi de lo popolo napulitano" e proverbi e sentenze latine.
Prefazione di Pietro Gargano
Nuova edizione riveduta ed aggiornata
Descrizione: Edizione in formato 4° (cm 30 x 19); 950 pagine; alcune illustrazioni in b/n nel testo. Nel volume vengono messi a confronto circa 4400 proverbi, sentenze, motti, aforismi, modi di dire e frasi idiomatiche della lingua napoletana con citazioni di scrittori classici latini. Testo latino a fronte
Luogo, Editore, data: s.l., Giuseppe Nuzzo editore, 2011
Disponibilita': No

L'antica cultura romana e quella napoletana si rivelano, per nulla sorprendentemente, l'una madre dell'altra, accomunate da elementi semantico-linguistici comuni. Buona parte dei proverbi, detti ed aforismi della lingua napoletana si ritrovano, intatti, nei testi classici della lingua latina, molto spesso in forma di traduzione letterale o lievemente a senso. Nel suo lungo ed appassionato studio, l'Autore correla circa quattromila proverbi, sentenze, motti, aforismi, modi di dire e frasi idiomatiche della lingua napoletana a citazioni di scrittori classici latini.



Come osserva Renato de Falco nella prefazione all'edizione precedente, 'l'Autore ha dato vita ad un corpus monumentale - unico e irripetibile nel suo genere -, operando un'originalissima controtendenza letteraria: quella di risalire, e per la prima volta, dal napoletano al latino, invertendo il secolare ed adusato stravestemiento, vanto di remoti e contemporanei studiosi nostrani. E, a rendere funzionale la lettura, l'Autore ha inserito - in gran parte delle sentenze - aneddoti, selezioni di canzoni e poesie, rimandi a luoghi della memoria, tranches de vie e cari ricordi di rigorosa matrice partenopea, sottraendo il tutto all'ingeneroso oblio che rischiavano di subire'

Il profilo del filosofo L. A. Seneca, in copertina, e le Tavole inserite nel testo sono riproduzioni di disegni a matita e carboncino, eseguiti dal Pittore e Decoratore Prof. Marco Vigliotti, padre dell'Autore, nei primi anni del novecento, durante il suo corso di studi presso il R. Istituto delle Belle Arti in Napoli.

 


richiedi infoformazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.