COMME SE PENSA A NNAPULE. 2500 modi di dire napoletani. Raffaele Bracale

comme se penza a nnapule raffaele bracaleAutore: Raffaele Bracale
Titolo: Comme se penza a Nnapule
Sottotitolo: 2500 modi di dire napoletani
Curatore: Amedeo Colella
Descrizione: Volume in formato 8° (cm 21 x 14); 460 pagine.
Luogo, Editore, data: Napoli, Nova Cultura, febbraio 2018
Collana:
ISBN: 9788894213645
Prezzo: Euro 11,50
Disponibilità: In commercio


Introduzione
'E ditte antiche nun fallesceno maje. E' forse questa l'espressione più evocativa di questo libro. I detti antichi, i proverbi antichi, i modi di dire esprimono la vera saggezza popolare e dunque raramente vengono smentiti.
Questa sapienza antica trae infatti origine dall'osservazione della realtà quotidiana, la fotografa lapidariamente in poche sapienti parole e nella realtà quotidiana trova il suo riscontro: ecco perché voce 'e popolo, voce 'e Ddio!
D'altronde il termine proverbio deriva dal latino probata verba, parole provate, verificate, quindi parole non messe lì per caso.
Queste sentenze si alimentano da un vissuto che ha radici antichissime; io li ho ascoltati per anni da mia nonna, mia nonna le aveva imparate da sua nonna e così via fino alla notte dei tempi.
Un detto antico, un proverbio vale più di mille spiegazioni; ecco perché ancora oggi i proverbi, i modi di dire napoletani sono estremamente attuali e li utilizziamo tutti con frequenza.
C'è ne sempre uno per ogni occasione, per ogni situazione della vita; anzi potremmo dire che ce n'è più di uno per ogni circostanza. Nella sintesi, nella lapidarietà del proverbio in lingua napoletana ci sono le radici storiche, culturali, antropologiche di un popolo straordinario.
Finalmente l'archivio Bracale di locuzioni e modi di dire napoletani è disponibile in stampa. Una vita intera di studi, di approfondimenti, di ricerche etimologiche disponibili per gli studiosi, i cultori e gli appassionati dell'idioma napoletano.
Amedeo Colella

Dalla quarta di copertina:
Chi era 'o mastuggiorgio?
Che significa é 'nu figlio 'e 'ntrocchia?
Perché si dice chillo é 'nu chiappo e mpiso
'Nu casatiello cu ll'uva passa, un tipo leggero o pesante?
Chi é 'o nnacchennello e 'o pucchiacchiello?
Perché si dice é n'omme 'e ciappa?
Che significa ammesurate 'a palla?
Queste ed altre risposte troverai nel libro che hai tra le mani. Una raccolta di circa 2500 di dire commentati dal napoletanologo Raffaele Bracale e corredati da note grammaticali e da tante utili e divertenti etimologie.
Un vero dizionario di proverbi e aforismi; locuzioni, modi di dire dell'idioma napoletano. 
I proverbi napoletani sono la sintesi della saggezza di un popolo millenario... e poi, si sa, 'E ditte antiche nun fallesceno maje!

 


richiedi informazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.