NAPOLE SCONTRAFFATTO DAPÒ LA PESTA - Giambattista Valentino

NAPOLE SCONTRAFFATTO DAPÒ LA PESTA - Giambattista ValentinoAutore: Giambattista Valentino
Titolo: Napole scontraffatto dapò la pesta.

Con introduzione, note e glossario di Sebastiano Massa.

Descrizione: In 16° ; pp. 155; intonso.

Luogo, editore, data: Napoli, Edizioni del Delfino, s.d.

Prezzo: Euro 15,00

Disponibilità: In commercio

Sullo sfondo della Napoli del Seicento si colloca l’esistenza di Giambattista Valentino, “povero scrivano” di tribunale e poeta, vissuto durante la seconda metà del XVII secolo. Di questi ci sono pervenuti tre poemetti in ottava rima, scritti in dialetto napoletano: “La Mezacanna co Lo vascello dell’Arbascia” (1660), ”Napole contraffatta dapò la pesta” (1665) e “La cicala napoletana, cioè la difesa de la Mezacanna”, “La galleria Segreta” e “Lo commanno d’Apollo” (1674). Nell’arco di tempo che si protrae dagli anni in cui era in vita l’autore fino al XIX secolo, i tre poemetti furono stampati e ristampati più volte in diverse edizioni, godendo, dunque, di una certa fortuna. Eppure, dell’autore poco si conosce: il suo nome, legato ai suoi scritti, sembra quasi svanire e tramontare in essi...

 


richiedi infoformazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.