BACCO ARRAGGIATO CO VORCANO - Giovan Battista Bergazzano

bacco arraggiato co vorcano giovan battista basileAutore: Giovan Battista Bergazzano 
Titolo: Bacco arraggiato co Vorcano.

Descurzo 'ntra' de lloro di Gio. Battista Bergazzano accademico errante.
L'edizione contiene il testo originale e note al testo dialettale di Francesco D'Ascoli.
Descrizione: In 16° obl.; pp. 32. Copie limitate a 300 esemplari. 

Luogo, editore, data: Napoli, Gallina, 1996
Prezzo: Euro 12,00
Disponibilità: In commercio

In Bacco arraggiato co Varcano, un dialogo in versi scritto in lingua letteraria napoletana e letto probabilmente nell'accademia degli Erranti, Bergazzano tratta dell'eruzione attraverso la disputa contro vulcano, accusato da Bacco di aver distrutto ogni cosa ed essersi mostrato «Cuoco e nò Ferraro» per aver «collo dinto l'acqua de lo Mare, Senza tetano, e trepete lo tunno.. e sotta à la cenice ... arrostilo le femmene e le bacche, l'hornmene, e li crastate, li vuole, li pucrcre, e resene»".


 


richiedi infoformazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.