LA MASSONERIA NELLE DUE SICILIE E I "FRATELLI" MERIDIONALI DEL '700 - Ruggiero Di Castiglione

La_Massoneria_Nelle_Due_SicilieAutore: Ruggiero Di Castiglione
Titolo: La Massoneria nelle due Sicilie
Sottotitolo: e i "Fratelli" meridionali del '700.
Presentazione di Domenico D'Alessandro.
Descrizione: Edizione in formato 8° (cm 24 x 17); 222 pagine; 25 illustrazioni in b/n fuori testo.
Luogo, Editore, data: Roma, Gangemi, 2006
Prezzo: Euro 20,00
ISBN: 88-49210299
Disponibilita': In commercio

 

Alla proto-massoneria di tipo "operativo" si sovrappose nella Napoli del Settecento un istituto, introdotto da mercanti francesi di religione calvinista, che adottò il sistema "speculativo" dei Moderns inglesi.
Di conseguenza iniziò, dalla meta' del secolo in poi, un aspro conflitto tra le varie potenze latomiche estere per il predominio sulla "fratellanza" meridionale. Austria, Francia, Germania, Inghilterra e Paesi Bassi si affrontarono, senza esclusione di colpi, al fine di ottenere concreti e positivi risultati sull'economia e sulla politica delle Due Sicilie.


Un gruppo di coraggiosi "fratelli" riusci' a sottrarsi ad ogni tentativo egemonico costituendo una Gran Loggia Nazionale, orgogliosamente aristocratica, legittimista e spirituale.
L'ostilita' delle gerarchie ecclesiastiche e le persecuzioni delle autorita' poliziesche crearono, quale naturale reazione, in numerosi membri delle varie Obbedienze massoniche del Regno di Napoli e Sicilia un sentimento profondamente anticuriale e antigovernativo.
Molti "fratelli" da fedeli realisti si trasformarono in convinti seguaci delle idee rivoluzionarie d'oltralpe, con gravissime ripercussioni di carattere personale e socio-culturale. Lo scontro fu inevitabile e terribile.
L'ultima immagine di un secolo pieno di aspirazioni e di illusioni sara' quella dei massoni meridionali che si fronteggeranno gli uni contro gli altri in armi.
Il tetro suono della mannaia si sostituira' a quello gioioso delle campane. Le "tenebre" soffocheranno la "luce" e il "chaos" dominera' sull'"Ordo".

Ruggiero di Castiglione è nato a Napoli nel 1940. Pubblicista, ha insegnato alla L.U.I.S.S. e all'Universita' di Studi di Cassino (Frosinone). E' autore de "I segreti della magia" (in collaborazione con Alberto Cesare Ambesi), "A tela ordita Dio mandò il filo", "Corpus Massonicum" (alla 2° edizione), "Alle sorgenti della Massoneria", "Il maestro di Cagliostro: Luigi d'Aquino", "Domenico Cirillo e la Massoneria di fine '700 a Napoli" e "Una villa massonica nella Napoli del '700". Gia' direttore responsabile del periodico di cultura e arte varia "L'Incontro delle genti", ha collaborato con molte riviste specializzate come "Arcana" ed "Hiram". Ha partecipato a numerosi convegni internazionali. Alcuni suoi contributi sulla Repubblica Napoletana del '99 sono stati letti a Nizza e a Parigi presso alcuni centri letterari. E presidente dell'Associazione Culturale "VIRBI0".

 


richiedi infoformazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.