LA SETA NEL REGNO DI NAPOLI NEL XVIII SECOLO - Daniela Ciccolella

LA SETA NEL REGNO DI NAPOLI NEL XVIII SECOLO - Daniela CiccolellaAAutore: Daniela Ciccolella
Titolo: La seta nel Regno di Napoli nel XVIII secolo
Presentazione di Alberto Guenzi.
Descrizione: Volume in formato 8°; pagine 404.
Luogo, Editore, Data: Napoli, ESI, 2003
Collana: Storia , Economia e Società «Saggi e Ricerche»
ISBN: 8849505647
Prezzo: Euro 23,00
Disponibilità: In commercio

Il volume, basato su fonti in gran parte inedite, ripercorre le fasi del processo produttivo della seta nel Regno di Napoli nel XVIII secolo, dalla coltivazione del gelso alla trattura dei bozzoli, fino alla commercializzazione del filo nei centri industriali di Napoli, Londra e Lione.



Contadini e proprietari terrieri, feudatari, artigiani, governo e amministratori locali, mercanti e appaltatori di dazi: la produzione di un filo di seta vedeva coinvolta una pluralità di soggetti, portatori di interessi e con obiettivi non di rado contrastanti.  Spinte e resistenze all'investimento e all'innovazione, dinamiche provinciali e locali sono analizzate, tra azione individuale, mercato e vincoli di contesto sociale e istituzionale, con un approccio comparativo con le -altre realtà produttive italiane e in riferimento all'evoluzione dell'economia internazionale. Ne emerge una lettura solida e documentata delle vicende della sericoltura meridionale che mette in seria discussione il paradigma storiografico della marcata arretratezza e del conseguente declino del settore nel Mezzogiorno.

L'AUTORE

Daniela Ciccolella, dottore di ricerca in Storia economica, è titolare di un assegno nell'ambito di un progetto di ricerca sull'economia mediterranea in età rivoluzionaria e napoleonica coordinato dalla cattedra di Storia moderna della Facoltà di Scienze Politiche dell'Università degli Studi di Napoli «L'Orientale». Già borsista del Consiglio Nazionale delle Ricerche presso l'Istituto di Storia Economica del Mezzogiorno, è stata di recente nominata ricercatrice presso lo stesso Istituto.

 


richiedi infoformazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn