L'ASTRONOMIA A NAPOLI DAL SETTECENTO AI NOSTRI GIORNI - Massimo Capaccioli, Giuseppe Longo, Emilia Olostro Cirella

L_Astronomia_a_Napoli_pAutore: Massimo Capaccioli, Giuseppe Longo, Emilia Olostro Cirella
Titolo: L'astronomia a Napoli dal Settecento ai nostri giorni.
Sottotitolo: Storia di un'altra occasione perduta.
Descrizione: Edizione in formato 8°; 336 pagine.
Luogo, Editore, data: Napoli, Guida, ottobre 2009
Collana: Focus
ISBN: 978-88-6042-659-8
Prezzo: Euro 28,00
Disponibilita': In commercio

 


richiedi informazioni

 

Qual è stato il ruolo dell'Italia e soprattutto del Sud nello sviluppo di quella che certamente è la piu' antica delle scienze naturali? Quando dalla meta' del Settecento, grazie alle riforme di Carlo di Borbone, l'astronomia fece il primo ingresso nell' Universita' di Napoli e nel Regno, molti furono i nomi di uomini illustri che si susseguirono in attenti studi, personaggi di indiscutibile impegno e inventiva, emblematici di un ambiente meridionale che tuttavia appariva gia' allora in ritardo rispetto all'Europa sia nei modi che nei tempi della scienza e nei mezzi per investigare le natura. Un ritardo gravido di pesanti conseguenze che avrebbe avuto ripercussioni anche sugli studi futuri. 

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.