INVETTIVA CONTRO CARLO D’ANGIÒ. Per l'uccisione di Corradino di Svevia - Pietro de Pretio

invettiva_contro_carlo_d_angioAutore: Pietro de Pretio
Titolo: Invettiva contro Carlo d'Angiò
Sottotitolo: Per l'uccisione di Corradino di Svevia
Traduttore: Umberto Caperna
Descrizione: Volume in 16° (cm 17 x 12); 96 pagine.
Luogo, Editore, data: Cassino (FR), F. Ciolfi, 2010
Collana di Testi Storici Medievali
ISBN: 978-88-86810-36-4
Prezzo: Euro 13,00
Disponibilita': Si

La vicenda di quel vasto e potente territorio che fu il regno di Napoli, consegnato dalla chiesa, timorosa degli Hohenstaufen, a Carlo D’Angiò, che mandò a morte, dopo un processo farsa, l’ultimo erede di Federico II.
Come può un vincitore fare il processo al vinto?
La discesa di Corradino fu il germe di sviluppi nuovi, perché i baroni siciliani dopo l’arrivo di Carlo D’Angiò passarono a sostenere di nuovo gli svevi. Da qui la ribellione antiangioina della Sicilia e la rivolta dei Vespri, motivata da un eccesso di tasse.

 


richiedi infoformazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.