IL CREDITO DI UNA NAZIONE - Politica, diplomazia e società di fronte al problema del debito pubblico italiano 1861-1876 - Giampaolo Conte

IL CREDITO DI UNA NAZIONE - Politica, diplomazia e società di fronte al problema del debito pubblico italiano 1861-1876 - Giampaolo ConteAutore: Giampaolo Conte
Curatore:
Titolo: Il credito di una Nazione
Sottotitolo: Politica, diplomazia e società di fronte al problema del debito pubblico italiano 1861-1876
Descrizione: Volume in brossura, di cm 24 x 17; 160 pagine
Luogo, Editore, data: Roma, Edizioni di Storia e Letteratura, giugno 2021
Collana: Storia ed economia – 28
ISBN: 9788893595520
Condizioni: nuovo
Prezzo: Euro 24,00
Disponibilità: In commercio

 


richiedi informazioni

Nel corso della sua breve storia nazionale, l’Italia ha affrontato diverse crisi della finanza pubblica, che ne hanno messo in pericolo la stabilità, come forse nessun altro paese europeo.
Come è riuscita l’Italia a riordinare le proprie finanze evitando il tracollo finanziario, sociale e politico?
Il libro analizza una delle fasi più complicate della storia dell’Italia contemporanea: la difficile fase economica intercorsa a seguito dell’unificazione italiana.
Attraverso un approccio interdisciplinare, che colloca il problema del debito all’interno delle dinamiche del mondo finanziario europeo, la ricerca vuole mettere in evidenza i successi e i fallimenti delle politiche adottate dai governi appartenenti alla Destra Storica. Politici, diplomatici
e tecnici, ma anche banchieri e capitalisti vari, sono gli uomini che hanno reso possibile questo ‘miracolo economico’ non tanto in termini di crescita, ma di salvezza e consolidamento del progetto di unificazione nazionale.

 


richiedi informazioni

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.