UCCIDETE JOSE' BORJES. L'ordine dei piemontesi durante la conquista del Sud. Il racconto di un'infamia (1860 - 1862) - Fulvio D'Amore

uccidete_jose_borjesAutore: Fulvio D'Amore
Titolo: Uccidete Jose' Borjès
Sottotitolo: L'ordine dei piemontesi durante la conquista del Sud. Il racconto di un'infamia (1860 - 1862)
Prefazione di Pietro Golia
Descrizione: Volume in 8° (cm 20,5 x 13); 230 pagine; 20 pagine n.n. di illustrazioni a colori ed in b/n fuori testo
Luogo, Editore, data: Napoli, Controcorrente, dicembre 2010
ISBN: 97888 89015834
Prezzo: Euro 20,00
Disponibilita': In commercio

 


richiedi informazioni

 

Questo libro non è solo la ricostruzione della missione impossibile di José Borjés per riconquistare, salvare il Regno delle Due Sicilie. Vuole essere un contributo allo studio dei documenti d'archivio che ancora una volta il ricercatore Fulvio D'Amore sottopone ai distratti, ai pressapochisti, agli scrittori dell'industria culturale, ma soprattutto agli studiosi di storia patria e ai giovani affinchè conoscano la propria storia per rivendicare un'identità e un destino.

Sono pagine dimenticate eppure tragiche, significative, che ricostruiscono il difficile rapporto di José Borjés con il brigante Carmine Donatelli Crocco e la sua traversata appenninica fino alle ultime ore di vita. Inseguito dai piemontesi, tallonato da giornalisti e agenti segreti, il generale catalano puntava sullo Stato Pontificio per relazionare direttamente a Francesco II su quanto aveva visto e gli era accaduto e sulle forze in campo. Ma a Tagliacozzo viene segnalato da una guida traditrice ai bersaglieri, che lo fucilano insieme ai suoi. Resta un suo diario, stranamente in francese, lingua che lui non conosceva. L'ha davvero scritto lui o l'hanno scritto i "servizi" di allora, per occultare la repressione in atto?

 


richiedi informazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.