IL BANCO SOPRA LA CATTEDRA - Luigi Polito

il_banco_sopra_la_cattedra_pAutore: Luigi Polito
Titolo: Il banco sopra la cattedra
Descrizione: Edizione in formato 8° (cm 21 x 14); 118 pagine.
Luogo, Editore, data: Lungavilla (PV), Altravista, marzo 2010
Collana: Amigdala. IX
ISBN: 97888 95458205
Prezzo: Euro
Disponibilità: No

 

Il titolo 'il banco sopra la cattedra' nasce da un'idea suggestiva di un folto gruppo di studenti napoletani che pubblicamente ha voluto esprimere il proprio dissenso nei confronti dei tradizionali rapporti esistenti nei luoghi dell'apprendere.

È un romanzo-documento che narra attraverso storie di vita divertenti, amare, ironiche, a volte drammatiche, i misfatti, le assurdita', le incongruenze che gli studenti vivono quotidianamente nelle universita' e nelle scuole della nostra citta'. Dall'incontro di questi racconti, frutto di uno strano intreccio tra realta' e fantasia, i cui confini sono difficilmente scindibili, prende corpo una miscela esplosiva ricca di emozioni, proteste e speranze per il nostro futuro.

Perché chi viene a Napoli dovrebbe leggere questo libro?
Chi viene in visita a Napoli è convinto di assistere ai soliti stereotipi, che da secoli sono appiccicati sulle nostra pelle, fatti prevalentemente di tarantelle, mandolini, strane situazioni che quasi sempre finiscono 'a tarallucci e vino'.

In questo romanzo invece, i nostri giovani, inaspettatamente, esprimono con lucida razionalita' e ironia, il desiderio concreto di rappresentare una citta' diversa, che non vuole piu' rimuovere le sue conflittualita', ma intende riscattarsi, dimostrando che soprattutto nei luoghi dell'apprendere vi è una grande volonta' di trasformazione sociale.

Tutte le storie narrate dagli studenti in questo libro hanno luogo e si svolgono nella citta' di Napoli, nelle tipiche stradine della zona universitaria, del centro antico e offrono al lettore la possibilita' di conoscere i meandri di quest'affascinante metropoli che pullula di vita in tutti gli angoli delle strade.

 


richiedi infoformazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn