FERDINANDO FUGA - Alfonso Gambardella

FerdinandoFugapCuratore: Alfonso Gambardella
Titolo: Ferdinando Fuga.
1699 - 1999 Roma, Napoli, Palermo.
Atti del Convegno tenutosi a Napoli nei giorni 25 e 26 ottobre 1999, organizzato dalla Facolta' di Architettura della Seconda Universita' degli Studi di Napoli.
Descrizione: Volume in 8° oblungo (cm 24 x 26,5); pp. 399 + 56 non numerate; moltissime illustrazioni a colori ed in b/n nel testo e fuori testo, molte a tutta pagina.
Luogo, Editore, data: Napoli, E.S.I., dicembre 2001
Disponibilita': No

Il volume, che ha raccolto in occasione del terzo centenario della nascita di Ferdinando Fuga contributi di studiosi italiani e stranieri di chiara fama, rappresenta un'occasione di confronto sulle piu' ampie tematiche della cultura architettonica del XVIII secolo, proseguendo in tal senso i lavori proficuamente iniziati nel 1997 con il Convegno Internazionale incentrato sulla figura di Ferdinando Sanfelice.
Nella peculiare complessita' della fisionomia del Settecento, gia' evidenziata in quelle giornate di studio, l'indagine su Ferdinando Fuga approfondisce un'ulteriore e delicata fase della ricerca artistica: la biografia dell'architetto toscano, attivo in differenti momenti della sua carriera nello Stato pontificio, a Napoli e a Palermo, come raccontano le preziose tavole fotografiche fuori testo, consente di attraversare i principali centri in cui si anima il dibattito architettonico coevo, cosi' come il livello della sua committenza - da quella pontificia e corsiniana a Roma a quella carolina a Napoli - permette di dare conto di piu' generali indirizzi di politica culturale.
Soprattutto le scelte formali sottese alla sua opera evidenziano quella "terza via" dell'architettura settecentesca, non a caso difficilmente riconducibile all'interno di univoche categorie crtitiche, lontana dalle "estrosita'" rococò, ma altrettanto dai piu' severi precetti dei rigoristi, attenta all'eredita' classicista ma estranea a quei presupposti - primo fra tutti il rinnovato interesse archeologico - annoverati tra le condizioni della rinascita neoclassica.
Alla meta' del secolo, autentica cerniera epocale alla confluenza tra correnti in via di esaurimento, come la grande lezione barocca, e il defluire delle istanze illumunistiche verso esiti romantici o nuovamente accademici, l'opera di Ferdinando Fuga individua un articolato e originale momento di sintesi sui cui aspetti e implicazioni il volume solleva un esteso momento di confronto.

 


richiedi informazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.